Un’occasione di conoscenza reciproca

Sabato 25 marzo il Comitato della European Baptist Women’s Union ha incontrato presso il Centro di Rocca di Papa (Roma) una trentina di donne battiste italiane

Sabato 25 marzo il Comitato esecutivo della European Baptist Women’s Union (Ebwu) – Dipartimento femminile della Federazione battista europea – ha incontrato presso il Centro evangelico di Rocca di Papa (Roma) una trentina di donne battiste italiane, provenienti oltre che da alcune comunità di Roma, anche dalla Puglia e dalla Basilicata.

L’incontro si è aperto con un culto preparato in collaborazione dal Ce-Ebwu e dal Movimento femminile evangelico battista (Mfeb). La liturgia è stata a cura di Alex Anderson, che è recentemente rientrata in Inghilterra insieme al marito Huw dopo aver svolto il ministero pastorale presso alcune chiese battiste italiane per conto della Baptist Mission Society; mentre la predicazione è stata a cura di Ioana Ghilvaciu, pastora presso le chiese battiste di Siracusa e Floridia, che ha riflettuto sul testo biblico di Ruth cap. 1, con una particolare attenzione alla promessa di fedeltà contenuta al v. 16: «Non pregarmi di lasciarti, per andarmene via da te; perché dove andrai tu, andrò anch’io; e dove starai tu, io pure starò; il tuo popolo sarà il mio popolo, e il tuo Dio sarà il mio Dio». Il canto è stato guidato dal soprano Concetta Aquila.

È seguito il saluto di Lucia Tubito, presidente del Mfeb, che ha fatto una breve presentazione della storia del Movimento e del Centro evangelico di Rocca di Papa, che fu edificato grazie alla volontà e all’impegno economico delle donne; mentre la pastora Lidia Giorgi ha ripercorso le tappe salienti del pastorato femminile battista in Italia.

La parola poi è passata alle 6 donne, membro del Comitato della Ebwu. La segretaria, Margaret Brown, ha illustrato le attività del Dipartimento femminile della Federazione battista europea. Fabienne Seguin, cassiera, ha presentato i progetti attivati in diversi paesi europei grazie alle offerte raccolte in occasione della Giornata mondiale di preghiera delle donne battiste: una metà viene destinata ai progetti europei, l’altra metà viene inviata al Dipartimento femminile dell’Alleanza battista mondiale (Bwa) per i progetti internazionali. In particolare sono stati forniti dettagli su un progetto avviato nel 2013 in Siria a favore della popolazione colpita dal conflitto ancora in atto.

Inoltre, è stata incoraggiata la partecipazione di una delegazione italiana alla prossima Conferenza della Ebwu che si terrà in Ucraina nel 2018, nel corso della quale è previsto il rinnovo di diverse cariche dell’esecutivo.

Le sorelle straniere hanno posto l’accento sull’intesa lavorativa e spirituale del Comitato che ha fatto proprio il motto dei famosi moschettieri di Alexandre Dumas «Tutte per una, una per tutte!». La presidente, Aniko Ujvari, ha riferito che ogni lunedì ciascuna di loro dedica un tempo di preghiera per le altre sorelle.

L’incontro si è concluso intorno alle 17 con uno scambio di doni: alle sorelle della Ebwu – che hanno espresso apprezzamento e gratitudine per la calorosa accoglienza ricevuta presso il Centro di Rocca di Papa – è stata donata una stampa degli acquerelli realizzati dall’illustratrice Silvia Gastaldi, ed una copia del libro di Piera Egidi «Oltre il mare del tempo. All’ascolto della storia delle donne battiste in Italia», ed. Nuova Trauben (2016). L’intensa giornata si è conclusa con un giro turistico nei castelli romani.

Interesse geografico: