«Non temere piccolo gregge perché al Padre vostro è piaciuto darvi il suo Regno»

Da tutta Italia per l'assemblea dell'Unione cristiana evangelica battista d'Italia

È iniziata a Pomezia (Roma) la 46esima assemblea generale dell’Unione Cristiana Evangelica Battista in Italia. Assemblea importante dopo l’interruzione dovuta alla pandemia: sono passati infatti ben quattro anni dall’ultimo incontro di Montesilvano (Pescara). Il culto presieduto dal presidente Giovanni Paolo Arcidiacono con la liturgia di Alessandro Spanu e del Ministero Musicale ha aperto ufficialmente i lavori e dopo le formalità, nella mattina di venerdì 22 aprile, si è insediato il seggio con la presidenza del pastore Luca Maria Negro, la vicepresidenza di Susanna Nicoloso e segretario agli atti Simone De Giuseppe

ucebi5.jpg

Fra i primi momenti rilevanti è sicuramente importante sottolineare la presentazione dei tre nuovi ministri di culto: Francesca Litigio, pastora in prova a Lentini (Siracusa); Simone De Giuseppe, in prova a Gravina e Altamura nella Città metropolitana di Bari e Nicola Laricchio, in prova a Rovigo.

Fra i saluti da sottolineare quello di Stefano Paris, presidente dell'Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno e Daniele Garrone, presidente federazione delle chiese evangeliche in Italia, hanno evidenziato entrambi con sfumature diverse di quanto i due eventi di portata mondiale (pandemia e guerra in Ucraina) siano due punti fondamentali che hanno investito e investiranno il mondo delle nostre chiese. 

Una chiesa è invece stata ammessa nell’Unione, quella di Santa Elisabetta, piccolo comune di 1000 abitanti, in provincia Agrigento. Le parole, rotte dall’emozione, del pastore della chiesa Vito Tangorra hanno raccontato l’avvicinamento della chiesa di Santa Elisabetta, iniziato nel lontano 2013.

 

ucebi4.jpg 

 

 ucebi3.jpg

 
Nella foto di copertina i tre neo pastori in compagnia del presidente Ucebi Giovanni Arcidiacono

Foto di Pietro Romeo e Martina Caroli

Interesse geografico: