La verità vi farà persone libere

Un giorno una parola – commento a Giovanni 8, 31-32

Guidami nella tua verità e ammaestrami 
Salmo 24, 5

Gesù dice: «Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli: conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» 
Giovanni 8, 31-32

Viviamo in un’epoca in cui la verità sembra a portata di mano. Basta un click per sapere in tempo reale cosa sta succedendo nel mondo. Chiunque armato di telefonino può diventare giornalista locale o far vedere spazi della sua vita che possono raccontare una realtà creata apposta per suscitare gelosia o clamore. Distinguere la verità dall’apparenza è diventato difficile, perché non si sa di chi fidarsi. Interessi economici possono far circolare notizie false e costruite ad arte per sembrare vere.  Quanto più la verità sembra alla portata di tutti, tanto più questa sfugge perché ognuno può crearla per il suo tornaconto personale. Solo lo spirito critico e la possibilità di accedere a diverse informazioni ci possono salvare dalle notizie false costruite a tavolino. Si arriva alla verità grazie ad una ricerca continua, grazie a saper porsi delle domande, senza accettare ciò che ci viene dato in pasto senza riflettere. 

Anche nella fede è così: difficilmente si diventa credenti senza aver studiato, letto, senza essersi confrontati con altri e con se stessi. La verità che Gesù ha rivelato è una fede alla quale ci si arriva grazie alla messa in pratica dei suoi insegnamenti. Solo attraverso uno sforzo continuo possiamo comprenderne il loro valore e la loro forza. Chi conosce la verità è libero perché non cade nell’inganno di seguire una via facile pianificata da altri. L’unica cosa che non ci inganna è l’ascolto di noi stessi. In ogni frammento di vita siamo portati a prendere delle decisioni, a schierarci, a scegliere. Ogni volta possiamo andare dietro al più forte o ascoltare dentro di noi un riscontro. La risposta che non ci crea disagio o che non ci mette in imbarazzo è la risposta che ci porta alla verità, che ci fa sentire a posto con noi stessi e liberi anche di lottare per essa.

Interesse geografico: