Alluvione in Indonesia e Timor Est. I primi aiuti della Chiesa avventista

Alto il bilancio delle vittime del ciclone tropicale Seroja. Tempestivo l’intervento dell’Agenzia avventista per lo sviluppo e il soccorso (Adra) di Timor Est per assistere le persone colpite

Il ciclone tropicale Seroja ha causato inondazioni e frane in Indonesia e Timor Est. Le piogge torrenziali sono iniziate venerdì 2 aprile e si sono rafforzate fino a domenica mattina, trasformando le strade principali in fiumi impetuosi. Le agenzie di stampa locali hanno riferito di dighe straripate, case sommerse dall’acqua o travolte dagli smottamenti. La forza dell’acqua ha anche distrutto vari stabilimenti commerciali e infrastrutture, comprese le strade che collegano la capitale Dili ai distretti colpiti. Alto il bilancio delle vittime, 160 al momento, di cui 130 a Timor Est. Si scava tra i detriti per cercare le decine di persone disperse ma la situazione rende difficili le operazioni di soccorso.

Come riporta un articolo sulla newsletter di HopeMedia.it: «Le famiglie di Dili sono state gravemente colpite da questa calamità», ha affermato il past. Raymond House, presidente della missione avventista di Timor Est. «L’alluvione ha sommerso i loro averi. Sono senza elettricità. Tante case sono molto danneggiate, alcune sono state completamente inondate dalle acque impetuose. Le strade sono coperte di fango; ci sono ponti crollati o non percorribili. La casa della Missione ospita cinque famiglie le cui abitazioni sono inagibili. Ora stiamo valutando la situazione».

L’Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso (Adra) di Timor Est fa parte del gruppo organizzato dalla Protezione Civile e ha iniziato una rapida valutazione dei bisogni. Tra le necessità più urgenti delle famiglie ospitate nei centri di evacuazione vi sono acqua potabile, biancheria da letto e attrezzature per cucinare.

Il numero di sfollati cresce ogni giorno e le unità governative hanno ricordato a tutti di osservare il protocollo sanitario minimo all’interno dei centri di evacuazione (distanziamento fisico, indosso delle mascherine) per evitare un picco di infezioni di Covid-19 nel Paese.

«Adra Timor Est si sta coordinando con le autorità locali e la Missione avventista per ampliare l’assistenza alle famiglie e alle persone colpite dalla calamità. L’acqua pulita è una delle principali necessità qui. Abbiamo bisogno di fondi per acquistare ulteriori stazioni di rifornimento d’acqua che possono essere riempite dalle autorità locali», ha spiegato Virginia Pycroft, responsabile nazionale di Adra a Timor Est. L’agenzia fornirà cibo, acqua, biancheria da letto e fornelli agli sfollati nella zona più colpita di Tasi Tolu.

Adra è il braccio umanitario globale della Chiesa avventista e opera in 130 Paesi del mondo. Realizza programmi di sviluppo a lungo termine e offre una risposta immediata alle emergenze delle comunità attraverso una rete di uffici globali.

La Chiesa avventista nella Regione Asia meridionale-Pacifico chiede di pregare per la popolazione di Timor Est e dell’Indonesia orientale.

 

Interesse geografico: