Hate Speech: i dati della Commissione Europea

Nel complesso, i risultati sono positivi: le aziende hanno valutato il 90% dei contenuti segnalati entro 24 ore e rimosso il 71% dei contenuti ritenuti illegali

La Commissione europea ha pubblicato i risultati della quinta valutazione del codice di condotta sulla lotta al discorso dell’odio illegale online. 

Nel complesso, i risultati sono positivi: le aziende hanno valutato il 90% dei contenuti segnalati entro 24 ore e rimosso il 71% dei contenuti ritenuti illegali. 

Tuttavia, le piattaforme devono migliorare ulteriormente la trasparenza e il feedback agli utenti. Devono inoltre garantire che i contenuti contrassegnati vengano valutati in modo coerente nel tempo; valutazioni separate e comparabili effettuate su periodi di tempo diversi hanno mostrato divergenze nelle prestazioni.

Notifiche di incitamento all’odio illegale:

• 39 organizzazioni di 23 Stati membri e del Regno Unito hanno inviato notifiche relative al discorso di odio ritenuto illegale per le società IT per un periodo di 6 settimane (dal 4 novembre al 13 dicembre 2019). Al fine di stabilire le tendenze, questo esercizio ha utilizzato la stessa metodologia dei precedenti cicli di monitoraggio (cfr. allegato).

• Un totale di 4364 notifiche sono state presentate alle società IT che partecipano al Codice di condotta.

• 2 513 notifiche sono state inviate attraverso i canali di segnalazione disponibili per gli utenti generali, mentre lo erano 1851 inviato tramite canali specifici disponibili solo per segnalatori / reporter attendibili.

• Facebook ha ricevuto il maggior numero di notifiche (2 348), seguito da Twitter (1396), YouTube (464) e Instagram (109). Sono stati testati anche Jeuxvideo.com (40) e Dailymotion (7) 1.

• Oltre a segnalare il contenuto alle società IT, le organizzazioni partecipanti all’esercizio di monitoraggio presentato 475 casi di incitamento all’odio nei confronti della polizia, degli organi della procura o di altre autorità nazionali.

Per leggere i risultati della valutazione completa in inglese, cliccare qui.

 

Interesse geografico: