Parla, ti ascolto

Sensibilizzazione, informazione e formazione per il superamento di stereotipi e per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne

In occasione della settimana del 25 novembre, Giornata mondiale di lotta contro la violenza sulle donne, l’Ospedale Evangelico Internazionale di Genova propone una serie di giornate di approfondimento e riflessione sul tema.

L’evento di giovedì 28 novembre intende illustrare l’accoglienza che l’Ospedale riserva alla persona vittima di violenza mediante il progetto Finestra Rosa.

Spiega Barbara Oliveri Caviglia, presidente dell’Oeige «Ogni anno organizziamo nella settimana del 25 novembre una giornata a cui partecipano le autorità locali e le altre aziende ospedaliere per fare un punto della situazione della violenza contro le donne. Fin da quando abbiamo iniziato, nel 2013, ci sono state risposte positive e un grande coinvolgimento da parte di tutte le istituzioni: procura, questura, carabinieri, aziende sanitarie, Regione Liguria. Sarà una giornata di formazione per i nostri operatori sanitari. Il progetto Finestra Rosa, che prosegue tutto l’anno, è finanziato anche con l’Otto per Mille della chiesa valdese e ha accompagnato più di 100 donne a fare il primo passo verso la salvezza. Le nostre psicologhe, coadiuvate dagli operatori sanitari, hanno accolto, ascoltato e accompagnato sia le donne che arrivano dal pronto soccorso sia quelle che accedono ai nostri ambulatori o che sono ricoverate nei reparti».

Venerdì 29 e sabato 30 novembre l’Ospedale e la chiesa valdese di Genova organizzano, insieme alla Fdei, Federazione delle donne evangeliche in Italia, il corso di formazione “Parla ti ascolto: accoglienza e strategia per il contrasto alla violenza contro le donne”.

Un momento di riflessione, formazione, informazione e confronto aperto a tutte e a tutti.

«Ci auguriamo che partecipino anche uomini, è fondamentale condividere il percorso insieme. La Fdei da anni si impegna su questa tematica, sensibilizzando le donne delle chiese affinché abbiano strumenti utili per loro stesse o per aiutare chi chiede aiuto. L’Ospedale Evangelico ha da sempre un’attenzione particolare verso le donne sia nei percorsi clinici e assistenziali che offre, sia con il progetto Finestra Rosa. Sovente le donne vittime di violenza sono le nostre vicine, le nostre amiche, e noi non ce ne accorgiamo. Credo sia quindi importante avere sempre più strumenti per affrontare questo dramma e giornate come quelle che proponiamo sono delle occasioni da non perdere per poter aiutare chi ha bisogno, in una società che la maggior parte delle volte purtroppo si gira dall’altra parte. Non dimentichiamo che siamo un ospedale “evangelico” e questo nome porta con sé la sua ragione di essere per ciò che la sua natura può ancora trasmettere e comunicare e nel mettere sempre le esigenze della singola persona in primo piano».

La prima giornata, venerdì 29, vedrà la presenza dei centro antiviolenza e dei professionisti della sanità che accolgono e seguono le donne vittime di violenza e dei centri antiviolenza. Sarà presente anche Lella Palladino, presidente dell’associazione Dire Donne in Rete contro la violenza.

Nella seconda giornata si condividerà l’esperienza dei progetti portati avanti nelle scuole dalle realtà evangeliche che operano sul territorio, dalla Diaconia Valdese e dall’Ospedale stesso.

Saranno proposti degli aggiornamenti a livello regionale e nazionale e il corso si concluderà con un approfondimento religioso condotto da Gabriela Lio, presidente della Fedi.

La partecipazione al corso è gratuita, e comprende l’iscrizione e i tre pasti che saranno offerti dall’Ospedale Evangelico Internazionale e dalle chiese evangeliche di Genova.

Le persone interessate a partecipare sono pregate di scrivere una e-mail a gabriela.lio@ucebi.it, entro il 27 novembre.

 

Interesse geografico: