L’ospitalità al centro della Emmaus Konference

La conferenza, giunta alla sua ottava edizione, si svolge a Haslev, cittadina a sud di Copenaghen (Danimarca). Dall’Italia parteciperanno i musicisti Carlo Lella e Alberto Annarilli del Ministero musicale dell’Unione battista

Dal 22 al 24 novembre si terrà a Haslev, cittadina a sud di Copenaghen (Danimarca), la «Emmaus Konference», incontro annuale organizzato dalla Emmaus Galleri – galleria privata di arte cristiana –, in collaborazione con le Diocesi luterane di Roskilde e di Lolland-Falster, e con la Haslev Church. La conferenza di quest’anno – giunta alla sua ottava edizione –sarà sul tema dell’ospitalità: «Non dimenticate l’ospitalità; perché alcuni praticandola, senza saperlo, hanno ospitato angeli» (Ebrei 13, 2).

Il programma della Emmaus Konference 2019 – che si tiene sempre l’ultimo weekend che precede la prima domenica di Avvento – prevede per la giornata di venerdì 22 novembre tre relazioni (filoxenia – amore per lo straniero; ospitalità e dimenticanza di sé; l’esperienza delle U-Kirken, chiese che svolgono uno speciale ministero rivolto ai giovani); in serata ci sarà il concerto del gruppo «The Middle East Peace Ensemble», fondato dall’oboista Henrik Goldschmidt che è preside della Goldschmidt’s Academy, scuola di musica a Nørrebro, quartiere multiculturale di Copenaghen, che offre corsi gratuiti a bambini ebrei, cristiani e musulmani. Tra la mattinata e il pomeriggio di sabato, invece, si svolgeranno dieci diversi laboratori che spazieranno dal tema dell’ospitalità eucaristica all’accoglienza dello straniero.

La Emmaus Konference riserva una particolare attenzione alla musica liturgica, grazie agli organizzatori Betty e Peter Arendt, musicisti professionisti della Haslev Church, che hanno partecipato a diverse Assemblee della Conferenza delle chiese europee (a loro ad esempio è stata affidata la direzione della musica e del canto durante i culti della XV assemblea generale della Kek che si è tenuta a Novi Sad, in Serbia, nel 2018). Vi è sempre un ospite straniero: quest’anno l’invito è stato rivolto al maestro Carlo Lella, responsabile del Ministero musicale dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (lo scorso anno ha partecipato Per Harling, dalla Svezia, tra gli esponenti più rappresentativi dell’innologia ecumenica contemporanea). Accompagnato dal pianista M° Alberto Annarilli, membro del Ministero musicale Ucebi, Lella guiderà nel pomeriggio di sabato un workshop musicale sulla produzione innologica italiana degli ultimi anni, mentre presso la Chiesa di Haslev, Lella e Annarilli condurranno una serata musicale con presentazione ed insegnamento di nuovi canti originali italiani (alcuni di questi per l’occasione sono stati tradotti in danese e in inglese).

Domenica mattina i due musicisti italiani parteciperanno alla liturgia del culto conclusivo della Conferenza che si svolgerà presso la Haslev Church.

 

 

Interesse geografico: