#ZacTAX. Una campagna ecumenica per la giustizia fiscale

Il Consiglio ecumenico delle chiese, la Comunione mondiale delle chiese riformate e il Consiglio per la missione mondiale sostengono un progetto per la giustizia fiscale

Il Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) sostiene una nuova campagna ecumenica per la giustizia fiscale, denominata Progetto Zaccheo (#ZacTAX), lanciata l’11 luglio alle Nazioni Unite a New York.

Il progetto fa parte della Nuova iniziativa per l’architettura economica e finanziaria internazionale, uno sforzo congiunto del Cec, della Comunione mondiale delle chiese riformate e del Consiglio per la missione mondiale.

Il lancio si è svolto sotto gli auspici del Forum politico ad alto livello delle Nazioni Unite sugli obiettivi di sviluppo sostenibile e co-organizzato dal Cec, Comunione mondiale delle chiese riformate e Consiglio per la missione mondiale insieme alla Federazione luterana mondiale e alla Chiesa metodista unita.

Il lancio è stato preceduto da un dibattito, moderato da Athena Peralta, dirigente del programma Cec per l’economia della vita. «La giustizia fiscale è un mezzo importante e pratico per affrontare la disuguaglianza – che è a livelli mai visti dal 19° secolo – e riparare il retaggio della schiavitù e della devastazione ecologica, in particolare le perdite e i danni legati al cambiamento climatico», ha detto.

Il Forum politico ad alto livello dell’ONU del 2019 sta riesaminando diversi obiettivi di sviluppo sostenibile, tra cui l’obiettivo 10 (ridurre la disuguaglianza) e l’obiettivo 13 (intraprendere azioni urgenti sui cambiamenti climatici).

Il progetto Zaccheo propone un sistema fiscale ed economico globale che assicuri equità e corregga lo sfruttamento e l’ingiustizia.

«La tassazione è uno strumento importante per redistribuire la ricchezza in modo equo all’interno e tra i paesi, e per far sì che le imprese e i cittadini siano responsabili del bene comune, inclusa la cura per l’ecologia globale», afferma la nota concettuale per il progetto.

La campagna promuove la giustizia fiscale, affrontando i debiti sociali ed ecologici, comprese le riparazioni per il colonialismo e la schiavitù, e serve sia a educare le chiese sulle questioni coinvolte sia a sostenere la giustizia fiscale e le riparazioni.

I richiami specifici della Campagna Fiscale Zaccheo chiedono:

– L’emanazione di una progressiva tassazione della ricchezza a livello globale e nazionale per frenare la crescente concentrazione di ricchezza nelle mani di pochi sempre più potenti, di pari passo con l’aumento della spesa pubblica per eliminare la povertà.

– Uno stop all’evasione e all’elusione fiscale da parte delle multinazionali e degli individui più ricchi.

– Tasse progressive sul carbonio e l’inquinamento a diversi livelli per proteggere la nostra unica casa planetaria.

– L’attuazione immediata di una tassa sulle transazioni finanziarie, sugli scambi di azioni, obbligazioni, valute e derivati ​​per frenare attività speculative dannose.

Progetto Zaccheo

Foto di Christine Roy -Unsplash

Interesse geografico: