52° anniversario del Faro della Libertà

Sabato e domenica le celebrazioni hanno coinvolto Prarostino, balcone naturale sopra Pinerolo

Si sono svolte nell'ultimo fine settimana, sabato 15 e domenica 16 giugno, le celebrazioni per il 52° anniversario del monumento Faro della Libertà di Prarostino.

Inaugurato il 18 giugno 1967, il Faro fu eretto su progetto degli architetti Gabetti ed Isola, costruito con lavoro per lo più volontario e ricorda i 600 partigiani dei 51 comuni delle valli pinerolesi caduti nella lotta di liberazione. Alle celebrazioni hanno partecipato i bambini della scuola materna ed elementare e i sindaci dei comuni del pinerolese.

Hanno portato il loro saluto i rappresentanti dell'ANPI, mentre l'orazione ufficiale è stata tenuta dal professor Valter Careglio, docente di storia e filosofia al Liceo Porporato di Pinerolo, che ha sottolineato «la festa del Faro appartiene a tutto il pinerolese. La resistenza non è un patrimonio di un partito politico, ma del popolo italiano. Una resistenza che si è sviluppata con molte sfaccettature: non solo la resistenza dei partigiani, ma anche quella delle donne e degli anziani, e poi resistenze militari, alpine, politiche ed intellettuali a seconda dei luoghi e della predisposizione sociale».

faro_della_liberta.jpg

 

targa_ai_caduti_nella_resistenza.jpg

orazione_ufficiale_di_careglio.jpg

pubblico_e_banda_di_inverso_pinasca.jpg

Interesse geografico: