Pellegrini ecumenici in viaggio per difendere la giustizia climatica

Alcuni membri del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) stanno marciando verso la Polonia per salvare il Creato

Un gruppo di pellegrini del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) ha iniziato un viaggio che si concluderà in Polonia nella città di Katowice che dal 3 al 14 dicembre ospiterà la Conferenza mondiale per il clima (World Climate Conference 2018) e dove si terranno colloqui di alto livello per la salvaguardia del Creato.

«Andiamo!» (Geht doch!, in tedesco) è il motto del Pellegrinaggio ecumenico per la giustizia climatica lanciato lo scorso 9 settembre a Bonn, in Germania.

Un pellegrinaggio che si è aperto con una liturgia nella chiesa Lukaskirche dove, come da tradizione millenaria, i pellegrini sono stati sostenuti nel loro percorso con la benedizione di Dio nella cerimonia condotta a più voci dal greco-ortodosso Konstantin Miron, dal presidente della Chiesa evangelica della Renania Manfred Rekowski e da Brigitte Schmidt, in rappresentanza dell’Ufficio pastorale della Chiesa cattolica, con infine Sabine Udodesku, pastora della Chiesa evangelica in Germania.

In occasione del culto sono stati ricordati anche i 70 anni del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec). Tra le richieste della delegazione ecumenica: l’urgenza di avviare un processo nazionale di abbandono dell’uso dei combustibili fossili.

 

 

Tags:

Interesse geografico: