Kit-scuola per gli scolari in difficoltà

Con il nuovo anno scolastico torna l’iniziativa solidale dell’Esercito della Salvezza sul modello del «caffè sospeso»

Anche per questo anno scolastico l’Esercito della Salvezza scende in campo a favore delle famiglie in difficoltà economiche con il Kit scolastico «sospeso». Prendendo spunto dall’idea già applicata con successo dall’EdS al cappuccino in diverse città (ne avevamo parlato qui), ripropone in nuova forma e a destinatari diversi la bella tradizione napoletana di lasciare pagato un caffè a coloro che non possono permetterselo.
«Metti nello zaino la solidarietà» è una piccola ma significativa azione solidale, in via di sperimentazione, sostenuta dal tradizionale impegno sociale dall’EdS, che aiuta quasi 60.000 persone in disagio sociale in Italia, e invita chi compera in determinate cartolibrerie a Milano e Roma, a un gesto di solidarietà, lasciando pagato il materiale di base per la scuola, che poi sarà consegnato in forma privata dall’EdS ai genitori.
A Milano, in particolare, l’iniziativa «A scuola …insieme» lanciata dall’EdS è giunta al terzo anno: qui 50 bambini e una decina di famiglie hanno ricevuto e riceveranno il necessario per la scuola: astucci con penne, pennarelli, matite, diario, quaderni, ecc..
«Questo avviene addirittura anche in forma personalizzata – afferma la capitana Valentina Capuano, responsabile dell’Esercito della Salvezza a Milano – , secondo le necessità particolari e i desiderata dei bimbi e delle loro famiglie. I donatori lasceranno così pagato, per i genitori non in grado di permetterselo, il materiale che riterranno opportuno». 
Nel Milanese l’Eds opera ad ampio raggio da cinque anni, spiega ancora la capitana, «oltre che con la distribuzione regolare di beni alimentari, con lo spazio anziani, con il Natale solidale e regali anonimi per i ragazzi, con i doposcuola, aiutando i bambini nei compiti o con corsi di inglese-base per gli adulti che vogliono reinserirsi nel mondo del lavoro, aiutandoli a scrivere un curriculum e operando per fornire nuove opportunità formative e di lavoro». 
«Tutta la nostra azione è diretta a sostenere quelle persone in difficoltà socio-economica, vulnerabili o gravemente svantaggiate che, a causa della crisi oramai decennale e di politiche poco attente al sociale, sono lasciate sole e, di fatto, affidate alle organizzazioni ed enti caritatevoli laici o di ispirazione religiosa come la nostra, e respinte ai margini della società», afferma inoltre il tenente colonnello Massimo Tursi, responsabile dell’Esercito della Salvezza in Italia e Grecia, che prosegue: «Siamo in presenza di una vera emergenza: la povertà dei minori è gravissima anche nel campo educativo, con i ragazzi grandemente maggioritari nelle fasce sociali disagiate. Con questa iniziativa vogliamo contribuire a ridurre in qualche modo la preoccupazione che tanti genitori hanno per gli elevati costi. Anche a Roma ripartiamo dai più piccoli e le loro famiglie con problemi, in avvio di questo anno scolastico con la campagna del Kit scuola “sospeso”, che abbiamo lanciato già a fine luglio ad Amatrice iniziando da alcune famiglie di agricoltori locali terremotati e in difficoltà». 
A Roma è stata messa in atto l’idea della signora Alessandra Laterza, responsabile della nuova libreria Booklet Le Torri (con gli altri partner di Family Smile e Best Practices Award), che afferma: «Si tratta di una intuizione per un piccolo sollievo, un contributo concreto a sostegno di tanti nuclei familiari con problemi economici e, soprattutto, un aiuto ai bambini per la loro istruzione».

A Milano, le cartolibrerie che sostengono l’iniziativa sono: la CartoLibreria Scotti - via Canonica 72; Cartoleria Colombo - via L. Canonica 89 (piazza Gramsci zona pedonale); CartAllegra - via A.Elmo 29; Giocattoli Cartolibreria - via Adriano 3b. A Roma, la Libreria booklet Le Torri - via Amico Aspertini 410.

Interesse geografico: