La scuola di Prarostino «prima» in sicurezza

L’elementare vince un premio, da ritirare a fine mese a Roma

Quando una piccola scuola di montagna viene premiata per aver vinto un concorso è sempre una grande soddisfazione per un territorio periferico che però sa esprimere delle eccellenze. È quello che è successo alla scuola primaria «Martiri del Bric» di Prarostino che ha partecipato al concorso nazionale «Primi in sicurezza», il concorso per le scuole per contrastare gli infortuni sul lavoro, organizzato per la sedicesima volta da Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) e «Okay!» (rivista che si rivolge al mondo della scuola). Il concorso, scaduto l’8 marzo scorso, prevedeva diversi ambiti in cui presentare elaborati legati al mondo della sicurezza concentrandosi sul tema specifico di quest’anno che era «Mettiamoci al sicuro! Tutti insieme per dire stop agli incidenti sul lavoro». Il concorso si è inserito fra le attività previste dla protocollo siglato fra Miur e Anmil.

Prarostino ha scelto di concorrere nella categoria «Video e web» (Grafica e disegni; Testi e ricerche e Rap gli altri tre ambiti) con un musical dal titolo «Buon lavoro in sicurezza» costruito dagli alunni della classe V. Naturalmente questo progetto ha visto la partecipazione di forze esterne per riuscire nella sua realizzazione: l’associazione culturale «Miralh», a titolo volontario e gratuito è stata impegnata in prima persona in questa attività. «In poco tempo – spiega la presidente Valeria Tron – siamo riusciti a creare questo musical che è risulato vincente, assieme ad altre sette scuole di tutta Italia nella sua categoria. Come “Miralh” voglio ringraziare i bambini e le bambine che hanno aderito con entusiasmo, le mamme, la scuola tutta di Prarostino, dai bidelli ai docenti, Aldo Ferrero, Ugo Macerata, Giacomino Pinolo e Antonella Zorzan».

Dagli organizzatori del concorso c’è grande soddisfazione per l’alto numero di elaborati prodotti e per la loro qualità che ha reso difficile la scelta delle scuole vincitrici: ulteriore motivo di soddisfazione per la piccola scuola di Prarostino.

Il 28 maggio ci sarà la premiazione a Roma, nell’aula magna del rettorato «La Sapienza» a cui sono invitate tutte le classi vincitrici. Prarostino sarà a fianco di scuole di Mola di Bari, Poggio Mirteto (Rieti), Molfetta, Reggio Calabria, Bergamo, Villa San Giovanni, Torrita di Siena…

È emerso però un problema legato ai costi della trasferta a Roma. «I costi sono rilevanti, la scuola non può coprirli però pensiamo che sia una grande occasione per i giovani andare nella capitale a ritirare il premio – continua Tron – per questo motivo stiamo cercando dei sostenitori che possano aiutarci».

Interesse geografico: