Stagione di eventi alla Scuola Latina di Pomaretto

Incontri, mostre e cineforum: un ricco calendario di appuntamenti in questa prima parte dell'anno per le valli Chisone e Germanasca

Le attività culturali della Scuola Latina di Pomaretto erano già state avviate alla fine dello scorso anno e ora, dopo la pausa del periodo natalizio, riprendono con rinnovato slancio. Si spazia dal cinema ai libri, dalle mostre alle collaborazioni con enti ed associazioni del territorio.

Iniziamo con gli appuntamenti culturali, che prevedono il prossimo incontro venerdì 9 marzo.

Carlo Baret, dell’Associazione Amici della Scuola Latina, ci spiega che «si tratta di una serata organizzata in collaborazione con l’Ecomuseo delle Miniere e della Val Germanasca sul tema Cambiamenti climatici: le grotte, un vero archivio di dati. Parteciperà Federico Magrì, del Gruppo Speleologico Valli Pinerolesi e Cai di Pinerolo. Abbiamo organizzato questa conferenza in vista della riapertura delle visite alle Miniere Paola e Gianna, dal 17 marzo, e anche per festeggiare il Ventennale di ScopriMiniera».

Venerdì 16 marzo, alle ore 20.45 presentazione del libro di Valter Bruno Sestriere com'era - Immagini dalla collezione di Aurelio Toye, mentre il 6 aprile Elisa Pazè parlerà del suo libro Giustizia, roba da ricchi, con Davide Rosso.

«Per il cineforum abbiamo pensato di concentraci sulla cinematografia orientale», racconta Baret. «Avevamo già proposto un’anteprima di tre date di retrospettiva alla fine dello scorso anno e proseguiamo fino al 3 maggio con film più recenti. Questa sera si potrà vedere Al di là delle montagne, bellissimo film di Jia Zhang-Ke (2015), mentre il 22 marzo si sposteremo in Italia con Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni». Il programma completo si può trovare sul sito della Scuola Latina.

Dopo la pausa invernale riprende anche la consueta apertura della domenica pomeriggio dell’esposizione permanente Gli antichi mestieri, come ricorda ancora Carlo Baret: «abbiamo riaperto la mostra permanente domenica scorsa, 4 marzo. Novità di quest'anno è la possibilità di visita, ogni seconda domenica del mese a partire dall’11 marzo, potendo usufruire, al medesimo prezzo di ingresso, di una visita guidata completa e di un intrattenimento diversificato per ogni singolo incontro e incentrato su aspetti poco conosciuti della vita montanara. Nel primo appuntamento dell’11 marzo si partirà dal quesito A che cosa serve questo strano oggetto che ho trovato in un vecchio solaio abbandonato?, con riferimento al mondo e agli oggetti proposti dall’Esposizione». L’esposizione solitamente è visitabile senza prenotazione ogni domenica pomeriggio, dalle  15 alle 18.

Infine, alla Scuola Latina è sempre presente il punto di BookCrossing, scambio libero dei libri, il venerdì (9-13 e 14-18) e tutte le sere in cui sono previste iniziative culturali.

Interesse geografico: