Germania: Chiesa evangelica elegge nuovo presidente

Nel Sinodo che si apre oggi a Dresda verrà scelto il successore di Schneider

La Chiesa evangelica in Germania, Ekd, deve scegliere il successore dell'attuale presidente, il pastore Nikolaus Schneider. La decisione sarà presa durante il sinodo che si apre oggi a Dresda. Schneider ha annunciato, lo scorso giugno, le proprie dimissioni dalla carica, per poter rimanere accanto alla moglie, gravemente ammalata.

Difficile dire chi potrebbe succedere a Nikolaus Schneider, il quale - negli ultimi quattro anni - ha diretto l'Ekd. Tra i vari nomi emergono quello del vescovo regionale bavarese Heinrich Bedford-Strohm, quello del vescovo sassone e vicepresidente del sinodo Jochen Bohl o ancora il vescovo della chiesa evangelica di Berlino-Brandenburgo, Markus Dröge.

Durante il sinodo sarà affrontata anche la questione di una maggiore collaborazione tra l'Ekd, la Chiesa unita evangelica luterana di Germania (Velkd) e l’Unione delle chiese evangeliche (Uek). Sarà inoltre discussa una proposta di regolamento riguardante i casi di abusi verificatisi nella chiesa allo scopo di proteggere con maggiore efficacia eventuali vittime di violenza sessuale mediante provvedimenti disciplinari nei confronti del colpevole. Inoltre sono previsti dei cambiamenti nel diritto di lavoro dell’Ekd: i sindacati avranno la possibilità di essere rappresentati nelle varie commissioni in cui vengono stabilite le condizioni di lavoro e salariali.

Il sinodo dell’Ekd è composto da 126 membri. 106 vengono scelti dai sinodi delle 20 chiese regionali che compongono l'Ekd, gli altri 20 dal consiglio sinodale.

Voceevangelica.ch