Luciano Griso e Medical Hope ospiti dell'Assemblea battista

Serata dedicata al progetto che si sviluppa nei campi profughi in Libano, finanziato dall'Unione cristiana evangelica battista italiana, che è parte del più ampio programma Mediterranean Hope

La sera del primo giorno, l'Assemblea dell'Ucebi, l'Unione cristiana evangelica battista d'Italia ha vissuto un momento coinvolgente ascoltando Luciano Griso, medico evangelico attivo nel progetto di assistenza sanitaria «Medical Hope», finanziato dalle chiesa battiste italiane, all'interno del più ampio progetto dei Corridoi umanitari «Mediterranean Hope».

La testimonianza di Griso è stata resa all'interno di un momento liturgico nella consapevolezza che l'esperienza della migrazione è un tema costante nelle Scritture: la narrativa biblica, infatti, ci racconta di «persone in movimento» che scoprono, durante il viaggio, che Dio non cessa mai di accompagnarli.

«All’interno di questo programma – ha raccontato Griso – quando abbiamo riscontrato le gravi criticità nel campo della salute che affliggevano i tanti profughi presenti in Libano, abbiamo deciso di attivare un servizio diretto alle persone più vulnerabili con delle cure in loco o finanziando il viaggio in Italia».

Nasce così Medical Hope che fornisce sostegno medico a tutti quei profughi che nei paesi di transito si vedono negati l’accesso alle cure per mancanza di risorse economiche.

L’agenzia stampa Nev ha realizzato due brevi interviste video a Luciano Griso sulle nuove sfide di MH e sul progetto Medical Hope.

 

Interesse geografico: