La Diaconia valdese per il lavoro: il corso di formazione animatori 2015

Ai problemi occupazionali del pinerolese risponde ancora una volta la Diaconia valdese. Questa volta con un servizio per i giovani

Non solo brutte notizie sul fronte lavorativo nel pinerolese. Dopo la chiusura dell'ex-Annovati (gruppo Trombini) a Luserna San Giovanni e Frossasco con 150 persone lasciate a casa, 128 a Frossasco e 45 a Luserna, le prospettive occupazionali sembrano sempre più preoccupanti.

In questo caso ci pensa la Diaconia valdese a sopperire, come spesso accade, a bisogni sociali e fondamentali come quello lavorativo. L'ufficio Giovani e Territorio della Csd organizza infatti un corso di formazione in tecniche di animazione rivolto ai giovani che vogliono acquisire competenze e formarsi in ambito educativo-ricreativo. Ci si muove per tempo in occasione dei centri estivi per bambini e ragazzi.

Il corso è il prerequisito per entrare a far parte dell’équipe di animatori e volontari dei soggiorni estivi di Meag (http://www.riforma.it/it/articolo/2014/10/06/non-chiamatela-estate-ragazzi), Mamma esco a giocare 2015. Il tradizionale appuntamento che si rinnova da quattro anni per garantire alle famiglie un supporto e un'alternativa educativa dei giovanissimi in periodo non scolastico.

Sono in programma sei moduli formativi da febbraio a maggio 2015, nei quali si trattano e approfondiscono temi e concetti chiave per accrescere e costruire il bagaglio culturale di chi vuole lavorare o sperimentarsi nell’animazione di bambini e ragazzi tra i 3 ed i 13 anni. Le giornate di formazione si svolgeranno la domenica, per dare la possibilità a tutti di partecipare, presso i locali di Villa Olanda in via Fuhrmann 23 a Luserna S. Giovanni. Il costo del corso è di 40 euro, gratuito per tutti i partecipanti sotto i vent’anni. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

«E' un corso che la Csd organizza ogni anno per formare giovani animatori che vogliono cimentarsi o solo avvicinarsi al mondo dell'educazione e dell'animazione giovanile - dichiara Nicola Salusso, dell'ufficio Giovani e Territorio – Questo corso è il prerequisito essenziale per entrare a far parte dell’équipe di animatori e volontari dei centri estivi Meag. Si inizia a febbraio proprio per dare la possibilità ai giovani di formarsi nel modo migliore per arrivare preparati».

Il corso inizia a febbraio e finisce a maggio, si terrà sempre le domeniche e si sviluppa in sei incontri. Il 22 febbraio si toccheranno i punti generali sull'animazione. L'8 e il 29 marzo e il 31 maggio si affronteranno le varie tecniche dell'animazione: il gioco, la creatività e il racconto. Il 12 aprile Elena Morero gestirà la formazione sullo sviluppo cognitivo in relazione alle fasce d'età: lo sviluppo di un bambino tra i 3 e i 5 anni non è uguale a uno tra i 6 e gli 11 anni. Il 12 maggio si parlerà delle difficoltà, gli scompensi e i disequilibri nel gruppo, trattato dal neuropsichiatra infantile dell'Asl To3 Carlo Frizzi.

Da questo corso si andrà a scegliere come comporre l'équipe che gestirà le quattro sedi del Meag dell'estate 2015, una in più degli anni scorsi: San Germano, due a Pinerolo e una a Luserna S.G. Per tutti anche una concreta possibilità lavorativa.

Le iscrizioni sono già aperte, 35 posti disponibili e chiusura iscrizioni il 14 febbraio. Per maggiori informazioni e contatti consultate i siti www.diaconiavaldese.org o www.giovanieterritorio.org, o scrivete una mail a  giovanieterritorio@diaconiavaldese.org, inviando i vostri curriculum con la richiesta d'iscrizione, o  telefonate allo 0121 91318.

Copertina: Giovani e Territorio via Diaconia Valdese