Far star bene gli anziani

Il convegno di venerdì a Pinerolo, organizzato dalla Diaconia valdese, vuole fare il punto sulla gestione e l’accoglienza degli anziani

Per tutta la giornata di venerdì 13 ottobre, all’Hotel Barrage di Pinerolo, in Stradale San Secondo 100, si terrà un convegno dedicato alla terza e quarta età, organizzato dalla Diaconia valdese all’interno della rassegna annuale di incontri, dibattiti e eventi di Xsone 4.0.

Il convegno di venerdì ha un programma intenso e dettagliato. Gli ospiti saranno molti e i relatori comprendono operatori del settore che da anni lavorano nel territorio del pinerolese nell’offrire assistenza, aiuto e benessere ad anziani e anziane non più autosufficienti. «Il convegno nasce – spiega Valentina Tousijn, che modererà l’intera giornata – dall’esigenza di confronto su quella che è la condizione dell’anziano oggi, che è cambiata rispetto a quella di 10-15 anni fa. Parleremo di benessere, nel senso di “star bene”, per capire quali sono le condizioni che favoriscono e fanno star bene gli anziani in diverse forme: sia che si trovino a casa propria, sia che si trovino in casa di riposo, insomma: in ogni possibile condizione. Quello che ci interessa è capire, anche partendo dalle esperienze personali, quali sono i bisogni dell’anziano oggi, passando anche per quelle che sono le offerte che il nostro territorio, e non solo, propone, arrivando a definire nuove prospettive possibili».

Valentina Tousijn è da circa una anno la direttrice dell’Asilo dei vecchi di San Germano Chisone, opera valdese fondata nel 1893. Si tratta di una casa di riposo per anziani autosufficienti e non autosufficienti, convenzionata con l’Asl To3 e autorizzata al funzionamento come presidio socio-assistenziale e residenza fino a un massimo di 94 ospiti. È gestita dal Cov, il Coordinamento opere valli della Diaconia valdese.

La giornata sarà un dialogo tra tutti gli operatori del settore per confrontarsi. Dalle 9 del mattino parleranno, tra gli altri, Flavio Boraso, direttore generale dell’Asl To3, Anita Tron, presidente del Comitato della Casa Valdese delle Diaconesse di Torre Pellice, anch’essa opera Cov, Elena Boiero, presidente del consiglio d’amministrazione del Ciss, il Consorzio intercomunale dei servizi sociali, che è l’ente che gestisce i servizi sociali dei 30 comuni delle valli e del pinerolese. Gli ospiti e i  relatori si confronteranno sui servizi e i nuovi anziani, sul vivere la casa di riposo insieme, sul rispetto della domiciliarità e sulle figure professionali del settore, quelle tradizionali e quelle nuove che si stanno creando, come ad esempio l’operatore socio sanitario itinerante “per promuovere, sostenere, cogliere bisogni e desideri, informare e creare rete”.

Nella giornata sono coinvolte anche le associazioni del territorio come la Bottega del Possibile e l’associazione Infine Onlus ,che da anni si occupa  dei temi dell’invecchiamento della morte e del lutto. Nel pomeriggio ci saranno i lavori in gruppo e una prova scritta che verterà su una riflessione inerente a possibili sguardi innovativi sul tema anziani.

«La composizione della popolazione è sempre più anziana – ha raccontato su Radio Beckwith Valentina Tousijn, intervistata in Tutto Qui – e per questo è necessario fare il punto della situazione, fare rete e pensare in modo pratico alle nuove direttrici che vorremmo seguire in futuro per accogliere e far star bene, o sempre meglio, le persone anziane».

Interesse geografico: