Prima della pausa estiva, la Bach Society propone per domenica 11 giugno, alle ore 21 netempio valdese di San Germano Chisone, il quarto concerto delle Cantate di Bach, che si sofferma sulla festività della Pentecoste per analizzare il tema del cammino del fedele nella vita.

Solisti, coro e orchestra barocca dell'Ensemble Frau Musika, diretti dal maestro Riccardo Bertalmio, si concentreranno sul cammino del gregge di Cristo verso una nuova vita, sull'onda dell'incitazione con la discesa dello Spirito Santo a Pentecoste. Il titolo scelto per l'appuntamento è Glück und Segen sind bereit, “felicità e beatitudine sono pronte”, tradotto dal tedesco, lingua del grande compositore Johann Sebastian Bach a cui sono dedicati questi concerti.

In questo caso le tre cantate sono state composte nello stesso anno, il 1724, per le festività della Pentecoste e dell’Ascensione: l’esecuzione metterà in risalto le strette connessioni che sono presenti in opere scritte a pochi giorni una dall’altra, a testimoniare la ricchezza, la naturalezza e la profondità dello stile bachiano.

Bach, al termine del primo anno di servizio presso la Thomaskirche di Lipsia, raggiunse infatti l’obiettivo di scrivere una cantata alla settimana, attraverso la scrittura di nuove partiture o affidandosi ad adattamenti di opere scritte in passato per occasioni diverse.

Nei brani che saranno presentati sarà presente il tema della benedizione dei credenti e della lode verso l’Altissimo: recitativi accompagnati e arie su ritmi di danza, clima festoso e celebrativo, arie e duetti agresti. Voci e strumenti rievocano l’ambiente bucolico dei versi cantati, i duetti di soprani e contralti distendono l'atmosfera e sempre presenti sono i riferimenti alle corali luterane.

Il programma prevede l'esibizione di Erwünschtes Freudenlicht (BWV 184), dedicato al martedì dopo la Pentecoste, Wer da gläubet und getauft wird (BWV 37), dedicato all'Ascensione e infine la Cantata Wer da gläubet und getauft wird (BWV 37 ), composta per la festività dell’Ascensione del 1724.

Durante il concerto sarà possibile contribuire al progetto #bachsocietylive e alla rassegna Bach Society (www.bachsociety.it), acquistando una delle registrazioni live dei primi concerti.

Il prossimo, e ultimo, appuntamento sarà nel mese di ottobre, dedicato ai 500 anni della Riforma Protestante.

Interesse geografico: