Libia

21 maggio 2020

Gli ultimi avvenimenti sul terreno spostano l’inerzia della guerra a favore di Tripoli, mentre il maresciallo della Cirenaica annuncia il ritiro parziale delle sue truppe ad alcuni chilometri dalla linea del fronte

21 gennaio 2020

«Una grande dichiarazione di intenti». L’analisi di Lorenzo Marinone (Cesi)

9 luglio 2019

Il Governo ha riconosciuto che la Libia non è un porto sicuro: acquista valore l’ipotesi che la “buona pratica” diventi un sistema ordinario per gestire almeno una parte dei flussi migratori

7 giugno 2019

Anni di guerra, anni di violenze, di violazioni dei più elementari diritti umani. Gli ultimi due mesi hanno visto una nuova escalation militare. A pagarne le conseguenze, come sempre civili e profughi

13 novembre 2018

L’iniziativa per la stabilizzazione della Libia guarda a un accordo tra i leader nazionali senza occuparsi però delle continue violazioni dei diritti umani nel paese

23 ottobre 2018

Gli operatori di Mediterranean Hope sull’isola hanno raccolto testimonianze di torture e violenze subiti in Libia dai migranti, dichiarazione che dimostrano come sia sempre più urgente creare passaggi sicuri e legali 

5 ottobre 2018

Il rapporto tra Italia e Libia viene definito dall'occupazione del 1911 per poi evolversi, intrecciarsi e complicarsi fino ai recenti accordi in tema di migrazione.

4 dicembre 2017

Gli enti promotori dei primi corridoi umanitari dal Libano si dicono disponibili: Federazione delle chiese evangeliche in Italia, Tavola valdese, Comunità di Sant’Egidio parlano di un’ipotesi interessante

17 ottobre 2017

Si tratta della prima sentenza di questo genere in Italia e rappresenta anche un dito puntato verso gli accordi stipulati dal nostro Governo con le autorità a sud del Mediterraneo

4 settembre 2017

Gabriele Eminente, direttore generale di Msf: «nell’ultimo anno abbiamo curato circa un migliaio di detenuti ogni mese e quello che vediamo sono condizioni intollerabili»