Libano

15 aprile 2021

La “divisione settaria” che, inserita in Costituzione, permette la coesistenza di 17 fra etnie e religioni, sta bloccando il paese nella logica dei clan contrapposti

22 gennaio 2021

Mediterranean Hope, programma migranti e rifugiati della Fei, partecipa al progetto "Nation Station", nel quartiere di Geitawi, a Beirut, grazie al contributo della Tavola valdese e al ricavato della sottoscrizione lanciata

10 dicembre 2020

Dopo l’esplosione del 4 agosto il pensiero comune è che non se ne scopriranno le cause; tuttavia la popolazione e i giovani in particolare, si sente chiamata a pensare al futuro con speranza

17 settembre 2020

Continua e si rafforza l'impegno delle chiese protestanti per aiutare la popolazione di Beirut

7 settembre 2020

Nazione di grande dialogo e convivenza religiosa fortemente provata dalla crisi interna e ferita dalla terribile esplosione di un mese fa

4 settembre 2020

La vice ministra degli esteri in visita nella capitale libanese.

21 aprile 2020

Un focus a cura del programma Mediterranean Hope . Cominciamo pubblicando un report del medico Luciano Griso, responsabile di Medical Hope, il progetto che fornisce assistenza sanitaria ai migranti

14 febbraio 2020

Silvia Turati, operatrice del programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, a Beirut, dove il progetto gestisce i corridoi umanitari, ha raccolto dati recenti ed informazioni sulle cond

12 giugno 2019

Avviati rimpatri in Siria, ma le condizioni di sicurezza paiono minime. Un racconto dal campo da parte degli operatori del programma Mediterranean Hope

12 giugno 2019

L’appello, lanciato da tre agenzie di sviluppo, è stato rivolto al Governo libanese impegnato nell’abbattimento di case che ospitano rifugiati siriani

Pagine