Italia

Mediterraneo, Europa, stereotipi religiosi

È una prospettiva inconsueta quella scelta dalla Società di studi valdesi per il suo 58° convegno, in programma per settembre (da giovedì 6 a domenica 9, come di consueto alla Casa valdese di Torre Pellice). «L’Italia tra Europa protestante e Mediterraneo islamico nel XVII e XVIII secolo», questo il tema, da un lato dà profondità storica a un tema di fortissima attualità e al tempo stesso avvicina l’analisi storiografica alla drammatica realtà di oggi.

Piedicavallo, tra passato e presente

Domenica 1 luglio il tempio di Piedicavallo, piccolo comune in provincia di Biella, nell'alta valle Cervo, ha aperto le sue porte per l'inizio della stagione estiva. Una cinquantina di persone erano presenti per seguire la riflessione del pastore Sandro Spanu, che ha ricordato Martin Luther King, e i cori evangelici di Torino Passalacqua Gospel Choir e Semincanto.

Anche Mediterranean Hope in maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità

«Nello spirito di quello che abbiamo fatto negli ultimi quindici giorni a bordo della Open Arms, aderiamo all’appello di Libera per il 7 luglio e indosseremo anche noi la maglietta rossa» ha dichiarato all’Agenzia stampa Nev Paolo Naso, coordinatore per la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) del programma rifugiati e migranti Mediterranean Hope (MH).

Un porto sicuro troppo lontano

Mentre le acque del Mediterraneo registrano un altro capitolo nero, con il recupero di 6 corpi da parte della Guardia costiera libica a est di Tripoli, si è conclusa verso le 12 di mercoledì 4 luglio l’operazione di salvataggio di 60 persone operato nei giorni scorsi dall’ong Proactiva Open Arms.

Bob Kennedy, il sogno

Il 4 luglio del 1776 veniva ratificata la dichiarazione, inserita nell'atto firmato dai rappresentanti delle tredici colonie americane, i quali sottoscrivevano la determinazione a stabilirsi indipendenti dall'Inghilterra. Un documento che contiene alcuni dei principi alla base della cultura americana ancora oggi: l'eguaglianza di tutti gli uomini, il possesso, per grazia divina, di inalienabili diritti tra cui la vita, la libertà e la ricerca della felicità.

Le ong un bersaglio facile e disarmato

Il piano per l’allontanamento delle organizzazioni non governative dalle operazioni di soccorso in mare ha funzionato. Nel Canale di Sicilia non c’è quasi più una sola nave umanitaria a intercettare le richieste d’aiuto dei migranti lasciati alla deriva dalla filiera dei trafficanti di esseri umani. Le statistiche sono impietose. Salpare dalle coste libiche non è mai stata una passeggiata. Ma oggi saltare su un gommone è cinque volte più rischioso di un anno fa.

E' testimonianza la nostra?

In quegli anni, per comunicare, si usavano soprattutto i volantini: si andava a volantinare per una manifestazione, per organizzare uno sciopero, davanti alle scuole o alle fabbriche. Spesso si volantinava in polemica con il sindacato troppo remissivo o contro i compromessi partitici...Distribuire i volantini creava anche un rapporto tra persone e spesso ci si fermava a discutere con chi non era d'accordo.

A 50 anni dal 1968

Ebbene si, siamo cascati anche noi nell’operazione 1968. Ci aggiungiamo alla lista di quanti, giornali e tv, hanno scelto di rievocare il clima, le sfide, le speranze di quell’anno particolare, in cui si convogliarono stimoli e impulsi degli anni precedenti, e che finì per divenire fin da subito sinonimo di ribellione al potere costituito, alle strutture che parevano immutabili.

Non dimenticare il bene ricevuto

Benedici, anima mia, il Signore; e tutto quello ch’è in me, benedica il suo santo nome
Salmo 103, 1

Tutta la folla dei discepoli, con gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutte le opere potenti che avevano viste
Luca 19, 37

Pagine

Abbonamento a RSS - Italia