Italia

Beni Culturali: siglato l’accordo tra la Tavola valdese e la città di Torino

Nei giorni scorsi, a Torino, Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese e Stefano Benedetto, dirigente del Servizio Archivi, Musei e Patrimonio Culturale della città di Torino, hanno firmato una convenzione per l'integrazione tra il progetto MuseoTorino e l'Archivio digitale Beni e Attività Culturali Valdesi e Metodisti (Abacvm), una piattaforma studiata per censire, catalogare e promuovere i beni culturali delle Chiese metodiste e valdesi.

Da religione a religioni

Su «Venerdì», supplemento odierno al quotidiano «La Repubblica», compare la notizia di una lettera scritta da vari storici delle religioni per chiedere un tavolo di confronto alla ministra dell’Istruzione Stefania Giannini, al fine di valutare la possibilità di introdurre la materia da loro insegnata, storia delle religioni appunto, all’interno dell’ordinamento scolastico italiano. Cinzia Gubbini, autrice dell’articolo sottolinea come «nonostante il tema sia annoso, è la prima volta che gli storici del settore avanzano una richiesta ufficiale.

A che punto sono gli studi italiani sulla Riforma?

Si svolge dall’11 al 13 dicembre il convegno organizzato da Lucia Felici, docente di Storia della Riforma e della Controriforma dell’Università di Firenze, con il patrocinio di quest’ultima, del Laboratorio di Storia moderna, del Centro culturale protestante «Pier Martire Vermigli» di Firenze, della Chiesa riformata svizzera di Firenze e con il contributo dell’otto per mille della Chiesa valdese.

La questione ambientale e la promozione della comunicazione

Quando, nel 2010. morì settantenne il cantautore francese Jean Ferrat, una serie di amici ricevette da Giorgio Gardiol un messaggio di posta elettronica che conteneva un prezioso link: il filmato di Ferrat che eseguiva una delle sue canzoni più note: «Que la montagne est belle». Era un modo, per Gardiol, di ricordare un grande artista e di ricordarci, al tempo stesso, l’attenzione che si doveva riservare all’ambiente e alla montagna, nelle valli valdesi e non solo.

Combattere la corruzione partendo dalla responsabilità del singolo

Da pochi giorni Roma e il Lazio sono stati sconvolti dall'indagine "Mondo di mezzo", che ha portato all'arresto di 37 persone tra cui diversi esponenti della destra romana. Al centro dell’inchiesta un sistema di corruzione su appalti e finanziamenti pubblici dal comune di Roma e dalle aziende municipalizzate: tra gli indagati, infatti, c'è anche l'ex sindaco della città Gianni Alemanno. Nel recente rapporto di Transparency International sulla corruzione percepita, l'Italia appare al 69esimo posto nella classifica mondiale: la peggiore di tutta l'Europa.

La Comfort care, accompagnamento medico ai bimbi che non hanno nessuna speranza di sopravvivenza

La Comfort care è un’attività medica che fa sì che un neonato, affetto da sindromi incompatibili con la vita, sia curato e amato in tutti gli istanti della sua vita, anche se brevi. È stata praticata per la prima volta nel 2006 in America dalla dottoressa Elvira Parravicini, neonatologa ed Assistant professor presso la Columbia University di New York, che ha fondato il primo Hospice neonatale, un reparto ospedaliero dedicato alla cura dei bambini che nascono già terminali, dove viene praticata appunto la comfort care.

Firenze, apre Casa Giunia

Domenica 7 dicembre, come già annunciato sul settimanale Riforma del 28 novembre (pag. 10) e online sul nostro sito, il Gruppo di lavoro sulle carceri della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) propone alle chiese di celebrare la domenica delle «catene spezzate», una domenica per riflettere e pregare insieme sul tema delle carceri.

La Chiesa luterana in Italia: «assoluta trasparenza nella gestione dell'8 per mille»

La Chiesa Evangelica Luterana in Italia (Celi), che riunisce le comunità luterane dell’intera penisola e i cui rapporti con lo Stato italiano sono regolati dall’Intesa siglata nel 1993, interviene con un commento sulle osservazioni della Corte dei Conti in merito al meccanismo di distribuzione delle risorse “Otto per mille” alle chiese cristiane e alle altre confessioni religiose.

Ecco le parole del pastore Heiner Bludau, decano della Chiesa evangelica luterana in Italia:

«Laicità, trasparenza ed efficacia»

 “Valuto molto positivamente l’iniziativa di controllo della Corte dei conti sul funzionamento e utilizzo delle risorse attribuite con l’otto per mille, anche se devo rilevare che è la prima volta che accade in quasi trent’anni di esistenza di questo particolare meccanismo", ha dichiarato all'Agenzia Nev il moderatore della Tavola valdese, pastore Eugenio Bernardini, in seguito alla deliberazione della Corte dei Conti resa pubblica lo scorso 28 novembre, sul meccanismo riguardante la ripartizione dei fondi, per cui i beneficiari «ricevono più dalla quota non espressa che da

Pagine

Abbonamento a RSS - Italia