Una colt per Cappuccetto Rosso

Negli Stati Uniti, mentre continua il dibattito sulle armi, c’è chi propone di introdurle anche nelle fiabe per bambini

Mentre negli Stati Uniti continua lo scontro tra chi vuole che la vendita delle armi continui ad essere libera e chi preferirebbe un rigida regolamentazione (il presidente Obama ha presentato una legge in tal senso), leggiamo un'incredibile notizia che riguarda i libri per bambini e in particolare le fiabe dei Fratelli Grimm, di Andersen, di Perrault. Una potente lobby, che sogna pistole per tutti gli americani e a questo scopo ha pensato di educare fin da piccoli i bambini, sta riscrivendo le fiabe classiche, quelle che tutti leggono, inserendo fucili e pistole nel racconto.

In Cappuccetto Rosso, la bambina che si avventura nel bosco per portare il pranzo nel cestino alla nonnina, nella nuova versione parte armata di pistola, mentre la nonnina, nel lettone con la cuffietta, tiene sotto le coperte una bella lupara e quando il lupo le si avvicina per mangiarla la vecchietta lo accoglie con lo schioppo in mano, e bang-bang lo fa fuori: «così non solo non mi mangerai ma non mangerai più nessuno». C'è solo da sperare, a questo punto, che Cappuccetto Rosso non sia una animalista o uno dei fanatici difensori della specie lupo che abbondano anche nelle nostre valli. E che, arrivando dalla nonna e vedendo il lupo steso per terra, non estragga dal cestino della merenda una Colt 45 e faccia fuori la nonna assassina.

Non sappiamo ancora che dotazione di armi avranno i tre porcellini, ma anche qui temiamo che il lupo avrà la peggio o magari sarà solo “gambizzato” come usavano fare all'inizio le Brigate Rosse...

Nei giorni scorsi il presidente Obama aveva visto respingere dal Senato, per soli 4 voti, una modifica delle norme che riguardano la vendita delle armi, condivisa da repubblicani e democratici, che aumentava i controlli sugli acquirenti escludendo persone con precedenti penali o disturbi mentali. La grande maggioranza (90%) dei cittadini americani era d'accordo. Obama è stato accusato di aver strumentalizzato il dolore dei famigliari delle vittime nella scuola: ma si poteva ignorare il loro strazio?

Sarebbe davvero un bel segnale se i libri con la nuova versione “armata” delle favole rimanessero invenduti. Dipende solo dai genitori...

Foto: https://c2.staticflickr.com/4/3282/3002404401_a264c1dcc2_b.jpg

Tags:

Interesse geografico: