La benedizione del Signore

Un giorno una parola – commento a Numeri 6, 24

Il Signore ti benedica e ti protegga
Numeri 6, 24

Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto grazia su grazia
Giovanni 1, 16

Queste sono parole che conosciamo bene, perché fanno parte della benedizione sacerdotale o “di Aaronne” che viene spesso pronunciata a chiusura dei nostri culti.

Benedizione è una di quelle parole che usiamo frequentemente, talvolta un po’ distrattamente, senza pensare troppo al suo significato. Ma che cosa vuol dire veramente benedizione? 

Nella Bibbia ebraica, il significato primario di benedizione è “forza salvifica the produce salute e benessere”, l’intervento di Dio sul piano della vita terrena: abbondanza di figli, lunga vita e raccolti abbondanti. 

Essa è l’intervento amorevole e solidale di Dio nella vita del creato e, in questo caso, delle persone umane. Dio si interessa all’essere umano nella sua completezza, con tutte le sue esigenze materiali e spirituali.

A conferma di questo, la seconda parte del versetto chiede la protezione di Dio. Si invoca che Dio custodisca, difenda, conservi in vita e in salute l’essere umano.

Un’altra caratteristica di questo versetto è che si rivolge al singolo, a suggerire che potremmo usare queste parole non solo davanti alla comunità riunita per il culto, ma anche in qualunque momento della nostra vita, per augurare il bene, l’azione benevola di Dio sulla persona che abbiamo di fronte. Senza mai dimenticarci, però, che non siamo noi che benediciamo: è sempre e solo il Signore colui che elargisce benedizioni.

Anche il Nuovo Testamento è ricco di benedizioni: esse indicano sempre che il Signore vuole il nostro bene e, di conseguenza, ci protegge.

Abbiamo particolarmente bisogno della benedizione e della protezione divina in questo periodo di incertezza e di difficoltà: queste parole possono infonderci coraggio, speranza.

E la prossima volta che sentiremo pronunciare la benedizione sacerdotale nelle nostre chiese, potremo gustarle ancora di più, pensando a questa ricca tavolozza di significati: benessere, arricchimento, protezione.  

Interesse geografico: