Italia

Polonia, la memoria da difendere

Anche il moderatore della Tavola Valdese, pastore Eugenio Bernardini,  dalle pagine del sito www.chiesavaldese.org, ha aderito all'appello indetto dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (Ucei) per condividere una comune preoccupazione: la limitazione alla libertà di ricerca. Questo il testo presente sul portale ufficiale dell'Unione delle chiese metodiste e valdesei in Italia:

Veglia contro l’omofobia: è il momento di scegliere il versetto!

Anche quest’anno, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, giunta alla dodicesima edizione, torna la possibilità di scegliere il versetto che unirà tutte le veglie di preghiera e i culti che si terranno nei giorni intorno al 17 maggio, perché (si legge nel comunicato di presentazione dell’iniziativa) «come cristiani non possiamo stare in silenzio quando milioni di fratelli e di sorelle soffrono nel mondo perché amano e vogliono vivere l’affettività che il Signore ha dato loro».

Democrazia? Libertà delle coscienze

«La democrazia non è in contrasto con le religioni, anzi, potremmo dire che “trae alimento” da fedi ideali, che possono essere anche fedi religiose. L’importante è che tra le religioni presenti in un territorio non vi sia un rapporto di sopraffazione, ossia una fede dominante a discapito di altre. In Italia, purtroppo, questa situazione esiste, e non è ancora stata risolta.

Viaggio nelle religioni della mia città

La chiesa valdese di Mantova partecipa da anni all’iniziativa «Viaggio nelle religioni della mia città», nata in collaborazione con il Centro di educazione interculturale della Provincia insieme alle comunità baha’i, buddista, cattolica, indù, ebraica, islamica, ortodossa, protestanti, sikh, e alle scuole interessate.

Serviremo

Se vi sembra sbagliato servire il Signore, scegliete oggi chi volete servire; quanto a me e alla casa mia, serviremo il Signore
Giosuè 24, 15

Ognuno ci consideri servitori di Cristo e amministratori dei misteri di Dio
I Corinzi 4, 1

La vita dipende dalle scelte che facciamo. Si è talmente abituati a scegliere, che ci si convince che tutto sia oggetto di scelta. Anche nell’ambito religioso, sembra di trovarsi davanti a diverse offerte, tra cui si possa scegliere.

Tags:

La ricerca della verità

È ancora dolorante (con 25 giorni di prognosi) Maria Grazia Mazzola, l’inviata speciale del Tg1 che il 9 febbraio, mentre svolgeva a Bari un’inchiesta sulle baby gang e la criminalità in Puglia, è stata vittima di un’aggressione violenta: la moglie del boss Lorenzo Caldarola le ha dato un cazzotto sulla guancia sinistra perché infastidita dalle domande che la giornalista le stava rivolgendo.

Forum europeo di Roma 2018: “Lo straniero”

Si terrà il 24 febbraio a Roma il Forum europeo dal titolo “Lo straniero. Inquietudine soggettiva e disagio sociale nel fenomeno dell’immigrazione in Europa”, insieme a psicanalisti, politici, giuristi, esponenti di associazioni e ONG laiche e religiose impegnate sui fenomeni migratori.

Il ritorno del falò

Dopo 20 anni, nel 2017 si è riacceso un falò nella borgata Grangette, frazione di Perrero (To). Per il secondo anno una parte dei monti torna a illuminarsi, anche in seguito all'arrivo di una nuova famiglia tra queste case della Val Germanasca.
Un falò che quassù significa un segnale forte contro lo spopolamento delle borgate alpine, ma che anche qui ha un eco più grande, uno sguardo più lungo, per la difesa di chi ancora non ha conquistato il diritto alla propria libertà.

 

 

Sulle tracce di Ulisse nel Mediterraneo contemporaneo

Se Ulisse dovesse salpare da Troia ai nostro giorni per tornare a casa, gli farebbe sicuramente comodo un telefono. Se volesse poi documentare il suo viaggio avrebbe anche la possibilità di scattare foto, per ricordare, in seguito, le sue tappe e le difficoltà incontrate. È quello che deve aver pensato il fotografo Stefano De Luigi, partito per un progetto composto da dodici tappe senza, per una volta, macchine fotografiche, ma solo con due telefoni cellulari.

Pagine

Abbonamento a RSS - Italia