Esteri

Vogliamo case sicure

Per molte persone, soprattutto donne, “stare in casa” nel periodo dell’emergenza Coronavirus non ha voluto dire “stare al sicuro”. Tutt’altro. Questo vale per milioni di persone nel mondo, a rischio di abusi, violenze e isolamento, e anche il Regno Unito non ha fatto eccezione.

Investire, proteggere, potenziare

Un lungo appello rivolto ai rappresentanti del Consiglio Epsco - Occupazione, politica sociale, salute e consumatori-, il Consiglio che riunisce i ministri responsabili dell'occupazione, degli affari sociali, della salute e della politica dei consumatori di tutti gli Stati membri dell'Unione Europea. Partecipano alle sessioni anche i pertinenti commissari europei. Una lettera inviata da Heater Roy, segretaria generale di Eurodiaconia per chiedere politiche incisive e soprattutto inclusive per gestire i difficili tempi post Covid-19 che si aprono davanti a noi.

Cina. Rimosse le croci dai tetti di almeno 26 chiese cristiane

Secondo quanto riporta Bitter Winter – periodico online sulla libertà religiosa e sui diritti umani in Cina, pubblicato quotidianamente dal Centro Studi sulle nuove religioni (Cesnur), con sede a Torino (Italia) –, dopo aver allentato le misure di quarantena per contrastare il COVID-19, il Governo comunista cinese ha intensificato la repressione delle chiese protestanti statali, rimuovendo le croci dai tetti di almeno 26 chiese appartenenti alla Chiesa delle Tre Autonomie nella provincia sud-orientale dello Jiangxi.

Premio ecumenico alla memoria di Harding Meyer

La prima edizione del premio Harding Meyer in ecumenismo assegnato a teologi francesi, tedeschi e americani.

Un mennonita francese, un protestante tedesco e un teologo cattolico americano hanno ricevuto il riconoscimento alla prima edizione del premio Harding Meyer in ecumenismo. Il premio, annunciato dall'Istituto per la ricerca ecumenica a Strasburgo, prende il nome dal visionario ecumenista tedesco e veterano di molti dialoghi internazionali, deceduto nel dicembre 2018.

Steven Fuite rieletto alla guida dei protestanti belgi

Il Sinodo della Chiesa protestante unita del Belgio ha rieletto il suo presidente, il pastore Steven H. Fuite, a larga maggioranza. Un'elezione particolare, poiché, in questo periodo di confino, l'assemblea sinodale composta da uomini e donne, laici/he e pastori/e, non poteva incontrarsi fisicamente. Ha quindi proceduto a una votazione postale secondo le regole di anonimato e trasparenza.

Il risultato conferma la grande fiducia acquisita da Steven H. Fuite nella Chiesa.

Tags:

Un altro anno di sanzioni per la Siria

Lo scorso 28 maggio il Consiglio dell'Unione europea ha prorogato le sanzioni nei confronti del governo siriano di Bashar al-Assad per un altro anno, fino al primo giugno 2021. Nel comunicato che accompagna questa decisione, l'Unione europea afferma di aver deciso di mantenere le misure restrittive per punire «la repressione contro la popolazione civile».

I divani da cui avviciniamo la storia

Un metodo all’apparenza documentario, che però poi diventa molto di più: l’indagine di Marija Stepanova (Mosca, 1972) sul passato della sua famiglia è una vera lezione su quelli che possono essere i nostri rapporti con il passato, rapporti a cui concorrono molte emozioni diverse, alcune esplicite, altre leggibili fra le righe.

Schiavitù, l'eredità che non passa

Il 5 giugno 2020, mentre tutti gli Usa ribollivano di proteste contro la violenza razzista della polizia per l’assassinio di George Floyd a Minneapolis, Bruce Springsteen ha aperto il suo programma sulla radio SyriusXM con una delle sue canzoni più controverse: American Skin (41 Shots), sull’assassinio di un giovane immigrato africano, Amadou Diallo, crivellato con 41 colpi di arma da fuoco da una squadra di poliziotti di New York: «Questa canzone dura quasi otto minuti», ha aggiunto: «il tempo che il poliziotto [Derek Chauvin] ha tenuto il ginocchio sul collo di

Il Covid blocca la scissione della Chiesa metodista Unita

Nel febbraio del 2019 la Chiesa metodista unita, Umc, nata nel 1968 dall’unione fra Chiesa metodista episcopale degli Stati Uniti ed Evangelical United Brethren Church, aveva votato per una storica e dolorosa scissione in due parti, a seguito del voto divisivo sull'accettazione o meno delle pastore e dei pastori Lgbtq al proprio interno. Con uno scarto minimo ha vinto il no, ed è stata contestualmente stabilita una scissione in due parti della Chiesa.

Tags:

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri