Esteri

Dichiarazione congiunta dei Consigli nazionali delle chiese degli Stati Uniti e di Cuba

Il Consiglio nazionale delle chiese degli Stati Uniti (Ncccusa) e il Consiglio delle chiese di Cuba (Ccc), in una dichiarazione congiunta sulla normalizzazione delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba, hanno espresso grande gioia e ringraziamento a Dio per quanto avvenuto. «In questo nuovo giorno di cooperazione e di apertura tra Stati Uniti e Cuba, – si legge nella dichiarazione

Tags:

A Natale limitate le manifestazioni religiose in ambito educativo

Nel periodo natalizio nel cantone di Sigchos (uno dei sette distretti della Provincia di Cotopaxi nel centro dell’Ecuador), le manifestazioni religiose in ambito educativo sono ridotte. Lo ha stabilito il Distretto Istruzione del Cantone, lo stesso che vieta qualsiasi evento culturale o religioso negli istituti scolastici.

Europa: le chiese e il dovere dell'accoglienza

Anglicani, ortodossi, protestanti e cattolici siamo tutti «profondamente impegnati nella difesa dell'inviolabile dignità della persona umana creata a immagine di Dio, e degli ideali di bene comune, solidarietà globale e promozione di una società che accoglie gli stranieri».

Essere gay in Russia, una storia di violenza

 Lunedì 15 dicembre Human Rights Watch, organizzazione internazionale che si occupa della difesa dei diritti umani, ha pubblicato un rapporto chiamato License to harm, che potremmo tradurre grossolanamente come “licenza di fare del male”. Il rapporto si basa su oltre 80 storie di violenze contro gli omosessuali e i transessuali raccolte durante tutto il 2014 in 16 diverse città della Russia, da Mosca a San Pietroburgo, fino ai piccoli centri della parte asiatica.

Stati Uniti. Ripreso il dialogo ebraico-cristiano dopo due anni di silenzio

Dopo un’interruzione di due anni, i leader ebrei e cristiani sono tornati a dialogare insieme concentrandosi sulle questioni pastorali. Tale dialogo, convocato congiuntamente dal Consiglio nazionale delle chiese cristiane degli Usa (Nccc/Usa) e il Consiglio nazionale delle sinagoghe (Ncs), e portato avanti regolarmente dal 2010, si era interrotto a causa delle divergenze tra alcuni partecipanti sul conflitto tra Israele e Palestina.

USA. Contro il razzismo e a favore della giustizia in marcia anche i leader religiosi

Da Washington Dc a New York, da San Francisco a Chicago, a marciare lo scorso 14 dicembre al grido di «Justice for all», insieme alle decine di migliaia di dimostranti scesi in piazza contro il razzismo di Stato, c'erano anche numerosi leader religiosi. Alle iniziative in tutto il paese, anche loro, insieme alle loro congregazioni, hanno cantato gli slogan «I can't breathe» (non riesco a respirare) e «Hands up, don't shoot!» (mani in alto, non sparate).

Le chiese contro la guerra

L’arciprete Daniel Buda, in rappresentanza del segretario generale del Consiglio ecumenico delle chiese Olav Fykse Tveit, insieme all’arciprete Mikhail Goundiaev, rappresentante per il Cec della chiesa ortodossa, Patriarcato di Mosca, dal 15 al 17 dicembre, hanno avuto un’udienza con il metropolita Antonij della chiesa ortodossa ucraina, Patriarcato di Mosca, e anche incontri con rappresentanti del Consiglio delle chiese ucraino e delle comunità religiose del Paese.

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri