Esteri

La nuova agenda strategica europea commentata da Eurodiaconia

La scorsa settimana il Consiglio europeo ha pubblicato la sua nuova agenda strategica per il 2019-2024. Guiderà il lavoro delle istituzioni europee nei prossimi cinque anni e fornirà un quadro per rispondere alle opportunità e alle sfide derivanti da un contesto globale in rapida evoluzione. Tra i vari aspetti, l'agenda si concentra su due priorità rilevanti per il lavoro di Eurodiaconia, l’organizzazione cappello che raggruppa moltissime organizzazioni e associazioni espressione delle chiese protestanti nel vecchio continente:

L'importanza del cristianesimo per chi non crede

«Vi chiederete perché mi occupi oggi proprio di questo – ovvero del “cristianesimo”. Ebbene, credo che oggi sia importante occuparsene, non evitare la questione del cristianesimo. Non per ragioni d’identità culturale ma per ragioni di fecondità culturale, e più precisamente di fecondità per la filosofia. Finito il tempo della sua marginalizzazione, occorre infatti tracciare il bilancio di quel che il cristianesimo ha fatto avvenire nel pensiero».

Quel difficile passo oltre il confine

La fotografia della bambina salvadoregna annegata insieme al papà nel tentativo di attraversare il Rio Grande per entrare negli Stati Uniti ha suscitato sconcerto nei media e nell’opinione pubblica, ma chi lavora ogni giorno sulla frontiera sa che questo non è il primo né l’ultimo tragico episodio. Nelle stesse ore in cui venivano ritrovati Oscar Alberto Martinez e la figlia Angie Valeria, gli agenti individuavano altri quattro morti, una donna e tre bambini tra cui un neonato, uccisi probabilmente dalla disidratazione.

Tags:

Guida 2019 per il Tempo del Creato

È disponibile online la Guida 2019 per la campagna annuale del Tempo del Creato, che coinvolge le Chiese cristiane a livello globale a favore della creazione. In particolare la Federazione Luterana Mondiale (Flm) invita le sue chiese e congregazioni membro a partecipare all’iniziativa di quest’anno e ad utilizzare la guida ecumenica il cui tema è “Web of Life” con particolare attenzione alla biodiversità.

Una famiglia americana travolta da un futuro improbabile

È il 2020. Gli Stati Uniti non sono più la forza maggiore dell'Occidente e sul territorio è stata introdotta una nuova moneta: il bancor. Una valuta di riserva mondiale che ha fatto crollare il valore del dollaro, ormai carta straccia.
La situazione è così degenerata che a capo del Paese c'è il primo  presidente latinoamericano, Alvarado, che agisce con un'operazione di isolamento nazionale. E la vita quotidiana di ogni americano si trasforma così in una vera e propria sopravvivenza.

Che pace sia

Il Consiglio nazionale delle chiese in Corea sta promuovendo una nuova campagna di sensibilizzazione per giungere al più presto a un vero di Trattato di pace e per chiedere che questo sia esteso a Costantinopoli, alla Russia e a tutta l’Europa orientale nell’arco del 2019. 

L’obiettivo, è mettere la parola «fine» alla «guerra di Corea» e giungere così a una pace permanente trasformando l’attuale armistizio, in un vero e proprio Trattato di pace.

Togo, le chiese della Cevaa invitano a partecipare al voto

In Togo, le elezioni comunali sono previste per il 30 giugno 2019, dopo oltre 27 anni di rinvii consecutivi. Al di là della questione delle nuove amministrazioni locali, i futuri eletti saranno chiamati a nominare i due terzi del futuro Senato. Da qui la decisione di partecipazione alla tornata elettorale da parte dell'opposizione al presidente Faure Gnassingbe, al potere dal 2005 con un colpo di Stato, dopo che il padre lo era stato ininterrottamente dal 1967 al 2005 per l’appunto, arrivato al vertice sempre con le stesse modalità.

Il campeggio dell’accoglienza

“Karibù” è una parola usata nei modi più disparati, dalle scuole di musica alle associazioni di volontariato, ai locali etnici. In swahili dignifica “benvenuto” ed è proprio con questo intento che nasce l’interessante progetto di cooperazione fra i responsabili degli scout protestanti francesi (Eeudf ‑Eclaireuses et Eclaireurs Unionistes de France) e l’associazione “Singa France”, che opera nell’integrazione dei rifugiati sviluppando diverse attività che favoriscono il dialogo e la cooperazione (sportive, coabitazione, nuovi progetti imprenditoriali…).

L'accoglienza, nonostante tutto

Nella notte del 19 giugno un gruppo di 131 rifugiati è stato evacuato dalla Libia in direzione del Niger nell’ambito del Meccanismo per il Transito di Emergenza (Emergency Transit Mechanism – Etm) gestito dall’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Le persone in questione provenivano da Paesi differenti, ma avevano una cosa in comune: erano passati tutti per i centri di detenzione libici.

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri