Esteri

Meskel, un’occasione per riflettere

In occasione delle celebrazioni del Meskel (la festa dalle chiese ortodosse etiopi ed eritree che commemora la scoperta della vera croce di Gesù ritrovata dall’imperatrice romana Elena) tenutesi rispettando i protocolli di sicurezza Covid-19 - imposte dall’Organizzazione mondiale della sanità - il patriarca della Chiesa ortodossa etiope Tewahedo, Abune Mathias, da Addis Abeba ha auspicato che «possano dominare il dialogo, la pace e la riconciliazione

Stati Uniti, i luterani chiedono a Trump di accogliere più rifugiati

Fra alcuni giorni il governo federale renderà noto il limite annuale al numero di rifugiati che possono essere ammessi negli Stati Uniti. L'amministrazione Trump non ha ancora dato alcuna indicazione a riguardo, secondo il Lutheran Immigration and Refugee Service (Lirs), la più grande organizzazione legata a una chiesa negli Stati Uniti dedicata a servire gli immigrati.

Tags:

L’Assemblea annuale della Federazione Battista Europea

Il 24 e il 25 settembre si è tenuta l’Assemblea annuale della Federazione Battista Europea (EBF Council). Quest’anno anziché incontrarsi a San Pietroburgo, circa 150 delegati delle Unioni e Convenzioni Battiste di Europa, Medio Oriente e Asia Centrale si sono dati appuntamento tramite piattaforma digitale. Certo l’esperienza della pandemia ha condizionato le condivisioni, i culti e le testimonianze, che ogni anno rappresentano il perno del Council. Per diversi Paesi la crisi del Covid 19 si è aggiunta a situazioni allarmanti. 

Caucaso, si riaccende il Nagorno-Karabakh

Torna a far parlare di sé uno dei conflitti dimenticati alle porte d’Europa, quello del Nagorno-Karabakh, territorio che si proclamò indipendente dall’Azerbaigian nel 1992 con il sostegno dell’Armenia e che da allora è al centro di una contesa regionale apparentemente senza via d’uscita.

Nella mattina di domenica  27 settembre questa regione, che dal 2017 porta il nome di Repubblica dell'Artsakh, è stata scossa da bombardamenti e da combattimenti su una scala che non si vedeva almeno dal 2016, anno dell’ultima significativa escalation.

Covid-19: la Chiesa bielorussa risponde ai bisogni delle scuole

Anche in Bielorussia le scuole del paese hanno aperto i battenti per un nuovo anno scolastico. Purtroppo però alcune di esse non sono in grado di permettersi le scorte di dispositivi di sicurezza necessari per prevenire la diffusione del Coronavirus (Covid-19). Così, grazie all’aiuto del Fondo di risposta rapida al Covid-19 della Federazione luterana mondiale (Flm) attivato a favore delle chiese membro, la Chiesa luterana di Grodno è intervenuta per dare supporto agli asili e alle scuole della città.

Consiglio ecumenico delle chiese preoccupato per escalation in Nagorno-Karabakh

Il segretario generale ad interim del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) Ioan Sauca ha espresso grave preoccupazione per la rinnovata e molto seria escalation del conflitto nella contesa regione del Nagorno-Karabakh - secondo quanto riferito a seguito di un attacco delle forze militari dell'Azerbaigian - che ha già provocato dozzine di vittime, compresi civili, e che rischia di provocare un conflitto armato più ampio nella regione.

Chiesa di Scozia, ripensarsi per sopravvivere

Nel prossimo fine settimana si svolgerà l’annuale sinodo della Chiesa di Scozia, quest’anno in modalità on line per le restrizioni legate alla pandemia globale.

L’appuntamento è anticipato dalla relazione degli amministratori economici della Kirk, consegnata ai vari delegati per la discussione.

Apre in Germania l'importante settimana interculturale

La 45° Settimana Interculturale (Ikw) si è aperta ieri 27 settembre con un culto ecumenico nella cattedrale (Frauenkirche) a Monaco di Baviera. La cerimonia è stata organizzata, tra gli altri, dal presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania (Ekd) Heinrich Bedford-Strohm, nonché dall'arcivescovo di Monaco e Frisinga, cardinale Reinhard Marx, e dal metropolita Augoustinos, presidente della Conferenza episcopale ortodossa.

Verso nuove sanzioni statunitensi sull’Iran?

Con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, l’amministrazione Trump mostra una politica sempre più aggressiva nei confronti dei suoi storici avversari e nemici. Nei giorni scorsi, in particolare, il Segretario di Stato, Mike Pompeo, ha invitato il Vaticano a non rinnovare l'accordo con la Cina sulla nomina dei vescovi, stipulato nel 2018, sostenendo che «l’abuso del Partito comunista cinese sui fedeli è solo peggiorato» e che «il Vaticano metterebbe a rischio la sua autorità morale, se rinnovasse l'accordo».

Tags:

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri