30° Convegno della Diaconia valdese

sabato 27 marzo
“Dia-logo e cura”: la Parola che cura e la cura delle parole. Parole e dialogo per vincere i silenzi dell’esclusione. Parole per denunciare, per pregare, per dare voce e consolare. Parole al limite della vita. Parole per trovare e dare senso, o per perdersi in strade e sentieri inesplorati. Parole ripetute, che come fili spinati marcano le frontiere; parole riscoperte che spianano cammini e accompagnano chi non ha più fiato. Parola e parole che curano.
Programma: inizio alle 9 con i saluti di Giovanni Comba, presidente Csd; meditazione biblica della diacona Alessandra Trotta, moderatora della Tavola valdese. Seguono gli interventi di Winfrid Pfannkuche, pastore della chiesa valdese di Bergamo; Adriano Peris, direttore del reparto di terapia intensiva del Trauma Center dell’ospedale di Careggi, Firenze; Emma Amarilli Ascoli, attivista per i diritti LGBTQIA+, Federazione Giovanile Evangelica in Italia (Fgei). Modera Daniele Massa, Csd. Alle 10,45 tavola rotonda con Fulvio Ferrario (decano Facoltà valdese di Teologia), Anna Ponente (direttrice Centro diaconale “la Noce”, Palermo), Monica Fabbri (presidente del concistoro della chiesa valdese di Milano), Andrea Gentile (Csd). Alle 12,30 conclusioni a cura di Fulvio Ferrario.
Organizzato dalla Csd – Diaconia Valdese in collaborazione con Tavola valdese, Federazione Giovanile Evangelica in Italia (Fgei) e Facoltà valdese di Teologia.
Per partecipare all’incontro, che si terrà online su piattaforma Zoom, è necessario iscriversi entro il 25 marzo a questo link.

Data: 
sabato, 27 marzo, 2021 - 09:00