L’unicità di Dio

Un giorno una parola – commento a 1 Corinzi 8, 6

Il Signore ha dato il sole come luce del giorno e le leggi alla luna e alle stelle perché siano luce alla notte; che solleva mare in modo che ne mugghiano le onde
Geremia 31, 35

Per noi c’è un solo Dio, il Padre, dal quale sono tutte le cose, e noi viviamo per lui, e un solo Signore, Gesù Cristo, mediante il quale sono tutte le cose, e mediante il quale anche noi siamo
I Corinzi 8, 6

Nel testo che ci viene proposto oggi per la nostra riflessione, l’apostolo Paolo contrappone l’unicità del Dio cristiano alla molteplicità degli dei pagani che altro non sono che idoli senza alcun valore e senza alcun potere. Noi cristiani di oggi siamo abbastanza convinti che non vi siano altri dei a cui rendere culto, ma non ci accorgiamo che non di rado perdiamo di vista l’unicità di Dio perché in pratica togliamo a lui il primo posto nella nostra vita e vi mettiamo altri dei, idoli moderni a cui rendere culto non con la preghiera ma con le nostre scelte e con le nostre azioni.

Quante persone, molte delle quali si dichiarano credenti, sembra che abbiano come scopo della loro vita accumulare denaro, crearsi uno spazio di potere, raggiungere il successo a tutti i costi. E ancora di più sono coloro che assolutizzano delle realtà in se stesse buone ma che di fatto prendono il posto che spetta a Dio: la famiglia, il lavoro, il divertimento. Queste cose, se valorizzate in modo equilibrato, giovano certamente alla nostra vita, ma se assolutizzate portano a degli squilibri a volte molto problematici. Se, come credenti, riusciamo a stabilire una giusta gerarchia di valori e diamo al Signore il primo posto, ci accorgiamo che, come conseguenza, tutte le altre buone realtà, come la famiglia, il lavoro, le amicizie, il tempo libero, trovano armoniosamente il loro giusto posto nella nostra vita.

Perché se abbiamo l’evangelo di Gesù Cristo dinanzi ai nostri occhi e nel nostro cuore, ogni nostra scelta sarà secondo la volontà di Dio, che certamente benedice la nostra famiglia, il nostro lavoro, le nostre amicizie, il nostro tempo libero. Vivremo così una vita equilibrata che sarà una testimonianza per il prossimo e una risposta all’immenso amore di Dio, che ci ha donato tutte le realtà belle e valide della nostra esistenza.

Interesse geografico: