Il regno di Dio è in mezzo a noi

Un giorno una parola – commento a Luca 17, 21

Così parla il Signore: «Nel tempo della grazia io ti esaudirò, nel giorno della salvezza ti esaudirò»
Isaia 49, 8

Ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi
Luca 17, 21

Nel film “L’uomo venuto dal Kremlino” ad un giornalista americano che gli chiede se un domani la fede cristiana avesse potuto diffondersi anche nei paesi marxisti, un vescovo russo appena liberato dai campi della Siberia risponde argutamente: «Non ho notizie di prima mano su dove il regno di Dio vorrà limitare i propri confini».

Certo, perché il regno di Dio non ha confini; non è certamente un luogo ma è piuttosto una condizione che rivela il regnare di Dio. E la Scrittura ci dice che Dio regna là dove c’è pace, amore, fratellanza, giustizia, solidarietà. Gesù ci dice senza mezzi termini: “Il regno di Dio è in mezzo a voi”; ma dove è evidente oggi questo regnare di Dio se nel mondo c’è tanto male che si manifesta in tanti modi? Sono sotto gli occhi di tutti le guerre, i soprusi, le ingiustizie, le violenze, e purtroppo l’elenco potrebbe continuare.

Eppure, il regno di Dio, la cui pienezza sarà realizzata solo alla fine dei tempi, è già in mezzo a noi da quando Dio ha deciso di manifestarsi in Gesù Cristo, che nel suo evangelo ci indica la strada per saper scorgere i segni, spesso molto discreti, di questo regno che è presente in mezzo a noi. Nonostante tutte le criticità di questo mondo possiamo pensare che il bene sia più forte del male, altrimenti ci saremmo già distrutti. Solo che il bene spesso è silenzioso, nascosto, non fa chiasso, non fa notizia.

Eppure, esiste e continua a lavorare discretamente, come il lievito che fermenta la massa; esiste e rende evidenti, per chi li sa vedere, i segni del regno di Dio che avanza. Nostro compito di discepoli del Signore è saper scorgere questi segni del regno, saperli valorizzare e contribuire anche noi a incrementarli con la nostra testimonianza e la nostra opera conforme alla volontà di Dio. Ovunque nel mondo c’è un atto di bontà, di solidarietà, di amore, di amicizia, ovunque c’è chi è capace di perdonare e di offrire al prossimo una nuova possibilità, ovunque cessa una guerra e torna la pace, lì si rende evidente un segno del regno di Dio la cui vittoria finale ci è stata promessa dal nostro Signore Gesù Cristo.

Interesse geografico: