Il Valpellice Bulldogs vince la “serie C” di hockey ghiaccio

Partita perfetta e titolo meritato

Un Valpellice Bulldogs praticamente perfetto sbanca la pista di Pergine Valsugana e si guadagna una meritata promozione in Alps Hockey League. Dopo la sconfitta patita l’anno scorso in finale contro il Dobbiaco, i ragazzi valligiani guidati da Dino Grossi non si sono fatti sfuggire l’occasione e dopo un percorso tortuoso sia in stagione regolare sia nei play off, le gare di finale sono state senza appello. Dopo la vittoria di misura a Torre Pellice (ma avendo dominato tutta la partita) gara due in trasferta, con centinaia di tifosi al seguito, ha visto prevalere anche dal punto di vista del risultato la Valpe: l’11 a 3 finale non lascia spazio a nessun tipo di replica. Vittoria meritata per la giovane squadra che ha espresso un gioco veloce e grintoso e non ha mai smesso di lottare su ogni disco, anche a risultato ampiamente acquisito.

La squadra è cresciuta sulla distanza, vincendo agevolmente il proprio girone, quello occidentale, ma poi trovandosi in difficoltà quando si sono incrociate le stecche con le squadre dell’est: la seconda fase infatti è iniziata proprio con due sconfitte con Pinè e Bolzano-Trento. Poi un vittoria risicata all’overtime e quindi una nuova sconfitta fra le mura amiche, sempre con il Pinè. Dopo queste battute di arresto la Valpe si è rilanciata vincendo agevolmente le ultime 5 gare e arrivando in testa alla graduatoria alla fase finale. Qui con qualche difficoltà ha superato nei quarti di finale il Vinschgau per poi trovarsi di fronte il Cadore in semifinale che ha fatto tremare i tifosi vincendo la prima gara a Torre Pellice, nei tempi supplementari. Questo è stato l’ultimo passo falso della Valpe che ha cambiato mentalità e marcia vincendo le altre due gare contro i cadorini e la finale contro il Pinè. Ora spazio ai meritati festeggiamenti con un occhio già proiettato all’anno prossimo, alla Ihl: la Valpe infatti dovrebbe ritrovare sul proprio cammino squadre conosciute e blasonate: Appiano, Alleghe, Como, Varese, Pergine, Caldaro, Val di Fiemme, Bressanone, Dobbiaco e Unterland. Un altro grande risultato per lo sport pinerolese e in particolare per la tradizione hockeistica della val Pellice che l’anno prossimo potrà nuovamente rivedere una propria compagine ai nastri della seconda divisione. 

 
Foto da profilo Facebook Valpellice Bulldogs

Interesse geografico: