95mila piante per "curare" una provincia argentina

L'impegno della Fondazione luterana “Hora de Obrar” per mitigare l'impatto della deforestazione in tutto il continente latinoamericano

La Fondazione “Hora de Obrar” ha piantato 95.000 alberi nella provincia argentina di Misiones.

Con il progetto di riforestazione la fondazione, nata in ambito luterano e strettamente connessa alla Ierp, la Chiesa evaneglica luterana nel Río de la Plata, mira a raddoppiare questa cifra entro il 2022 per mitigare gli effetti del cambiamento climatico. Nel frattempo, le precipitazioni sono scarse e gli incendi si stanno diffondendo nella provincia nord-orientale dell'Argentina. Una campagna di donazioni è anche attiva per sostenere coloro che combattono gli incendi.

«Questo tipo di progetti sono molto importanti perché riguardano il nostro futuro», ha osservato Ayelén Rieger, una delle volontarie della Chiesa evangelica luterana del Río de la Plata.

L'ultima piantumazione di massa aveva avuto luogo in aprile nella città di Puerto Rico, nella riserva eco-turistica di Monte Seguín, dove sono stati riforestati tre ettari e piantati 2.500 alberi.

Il progetto mira a recuperare 300 ettari di foresta e a coinvolgere più di 25 comuni della provincia di Misiones. Si tratta di un'azione necessaria per filtrare il deflusso delle acque piovane e mantenere il flusso dei corsi d'acqua, per la conservazione, la connettività delle aree forestali e il contenimento dell’inquinamento.

A Misiones c'è preoccupazione per la diffusione degli incendi, per la maggior parte causati dalla negligenza umana, che minacciano la foresta pluviale. 

Ciò avviene in un contesto di temperature elevate e di forte deficit di precipitazioni, che si sta accumulando dal 2019. La crisi dell'acqua si è manifestata molto chiaramente quest'anno con un calo storico del fiume Paraná, il secondo fiume più lungo del Sud America.

Questi tipi di fenomeni climatici vengono alterati a causa del riscaldamento globale. Una situazione che si ripercuote anche sulle specie che vivono nei fiumi, poiché non hanno spazio per muoversi e questo può influire sulla loro riproduzione in futuro.

Il problema è direttamente collegato alla deforestazione in Sud America. Dall'inizio del XXI secolo, l'espansione della frontiera agricola ha trasformato questa regione del mondo in un "deserto verde" di più di 54 milioni di ettari. 

Secondo i dati della FAO, il Sud America ha avuto una perdita netta annuale di foreste pari a 2,6 milioni di ettari nel periodo 2010-2020.

 

Interesse geografico: