Lazio, Compassion e Esercito della Salvezza in campo per i più vulnerabili

Raccolta cibo prima del derby Lazio-Roma di domenica pomeriggio a favore delle famiglie in difficoltà per l'emergenza Covid

Dall’inizio del campionato di Serie A 2021-22, la Società Sportiva Lazio e Compassion Italia Onlus hanno unito le forze a favore dei bambini e delle famiglie in povertà, le cui condizioni di vita sono state ulteriormente aggravate dall’emergenza pandemica.

La Società Sportiva Lazio insieme alla squadra hanno deciso di sostenere le iniziative solidali di Compassion, a paritre dalla “Campagna Emergenza Covid”. La pandemia ha colpito in modo sproporzionato bambini e adolescenti, aggravando le disparità esistenti e sconvolgendo tutto ciò che è fondamentale per il loro sviluppo sociale, fisico ed emotivo, colpendo il loro apprendimento e il loro benessere. In molte nazioni del mondo, a causa degli effetti economici legati alla pandemia, si verificano tuttora gravi ritardi nella fornitura dei servizi sanitari e nutrizionali di base.

 La conseguente crisi alimentare è la più grave del XXI secolo: si stima che 5,7 milioni di bambini sotto i cinque anni stiano soffrendo di malnutrizione acuta, un aumento del 14% rispetto agli anni precedenti che rischia di causare oltre 10.000 vittime innocenti ogni mese.

Per far fronte a questa emergenza, dall’inizio della pandemia Compassion ha distribuito oltre 15 milioni di scorte alimentari, per un totale di 300 milioni di pasti e ha garantito oltre 10 milioni di kit sanitari e igienici.

Claudio Lotito, presidente della Lazio, durante la conferenza stampa di presentazione della partnership ha raccontato: «Tutte le iniziative che servono ad allietare le persone in difficoltà sono ben accette. Vogliamo diventare promotori e cassa di risonanza per spronare anche gli altri club. Lo sport deve divertire ma anche far riflettere. Spesso la società è miope, vogliamo sensibilizzare e tutelare gli interessi di tutti gli esseri umani. Questi valori vanno messi in risalto, al di là del tifo calcistico».

«Nonostante la nostra peculiarità sia quella di operare nei Paesi in via di sviluppo, siamo onorati di collaborare come referenti a questa prima e lodevole iniziativa dei tifosi della Lazio per la raccolta di cibo non deperibile per i bisognosi della nostra nazione», spiega Silvio Galvano, direttore di Compassion Italia. «Riteniamo doveroso contribuire al bene di una società più solidale nei confronti di chi soffre, soprattutto i bambini», aggiunge. «Per questo, lavoreremo insieme all’Esercito della Salvezza, missione con cui già collaboriamo in tutto il mondo e che ci supporterà nella raccolta e distribuzione di generi alimentari per i più vulnerabili, anche nella città di Roma».

«Già in tempi normali, le condizioni di molte famiglie erano difficili. Dopo lunghi mesi di pandemia, la situazione è ancora più dura» commenta Paolo Longo dell’Esercito della Salvezza. «Per questo siamo grati di partecipare, insieme a S.S. Lazio e Compassion, alla distribuzione di pacchi alimentari a favore di tante famiglie. Come sempre, siamo grati per la generosità di tutti coloro che hanno contribuito».

Come donare

In occasione del Derby della Capitale, domenica 26 settembre, tutti i tifosi che vorranno dare un aiuto concreto ai più vulnerabili potranno partecipare a una raccolta alimentare, donando volontariamente alimenti non deperibili all’ingresso dello Stadio Olimpico di Roma. Sul posto, si troveranno i volontari di Compassion e dell’Esercito della Salvezza, pronti ad accogliere con un sorriso tutti coloro che vorranno contribuire a questa importante causa solidale.

Piu info su https://www.compassion.it/blog/lazio-compassion-esercito-della-salvezza-piu-deboli

Fondata nel 1952, Compassion ha sede internazionale a Colorado Springs (USA). Attiva in Italia dal 1999 la onlus fa parte di una rete globale di Paesi partner che operano con visione, mission e valori comuni allo scopo di liberare i bambini dalla povertà. Compassion Italia onlus si occupa dello sviluppo integrale di bambini che vivono in estrema povertà, e il suo programma sostiene più di 2 milioni di bambini in 25 nazioni tra Africa, Asia e America Latina, offrendo loro accesso a cibo, cure e istruzione e aiutandoli a sfuggire a piaghe come lavoro minorile, sfruttamento sessuale, abusi e violenze.

L'Esercito della Salvezza, missione attiva dal 1865, attualmente è presente in più 130 paesi in tutto il mondo, operando con impegno per opere sociali di vario genere, quali sostegno all’istruzione, case per bambini, ostelli per senza fissa dimora, ospedali, programmi di emergenza per i disastri e aiuto concreto per i più vulnerabili. Nella città di Roma, l’Esercito della Salvezza è oggi impegnata con attività solidali concrete, tra cui Servizio Mensa, Supporto Psico Socio-Sanitario, Emergenza Freddo H24, Condominio Sociale e molto altro, anche in collaborazione con le autorità amministrative locali.

 

 

 

 

Interesse geografico: