Il Festival del giornalismo alimentare

Prende avvio oggi la sesta edizione del Festival con due anteprime. Poi il 27 e il 28 settembre al Circolo dei lettori tanti focus sul mondo del cibo. Presente anche Riforma a un panel dedicato alla corretta informazione alimentare

«Sarà un’edizione per molti versi speciale» la sesta del Festival del Giornalismo Alimentare in programma lunedì 27 e martedì 28 settembre presso il Circolo dei Lettori di Torino e con due anteprime (venerdì 24 presso Palazzo Birago, sede aulica della Camera di commercio di Torino, e sabato 25 presso “100 vini & Affini” da Green Pea), molti saranno, infatti, i cambiamenti rispetto al passato - ricorda il direttore Massimiliano Borgia -, alcuni dettati dalle esigenze di sicurezza per contrastare la pandemia, altri nati dal desiderio di essere ancora più al centro della notizia e raccontare, attraverso la voce diretta dei protagonisti, un mondo del cibo che ha sofferto e che ha trovato nuove strade per ripartire».

Per la prima volta, «l’intero Festival sarà trasmesso anche via streaming - prosegue Borgia -, offrendo così agli interessati che non possono partecipare fisicamente, di poter assistere da remoto ai lavori e porre domande ai relatori, dunque essere parte attiva della manifestazione anche a distanza».

Trenta i panel di lavoro e circa 120 relatori.

«Mai come quest’anno il Festival sarà ricco di spunti e approfondimenti di interesse per la platea di addetti ai lavori, dai giornalisti ai blogger, dai comunicatori enogastronomici alle aziende alimentari, così come per le istituzioni e per i cittadini particolarmente sensibili al tema», prosegue Borgia, e  al centro del dibattito ci saranno «naturalmente, il mondo del cibo oltre la pandemia, attraverso analisi, ricerche commissionate e racconti di esperienze dirette, ma anche l’informazione sulla ricerca scientifica e sulla salute in ambito alimentare e le tendenze di consumo che si stabilizzeranno dopo la pandemia. Sono numerose le ricerche che saranno presentate durante i due giorni al Circolo dei Lettori: strumenti utili per analizzare cambiamenti e reazioni di tutto il mondo food durante il periodo della pandemia e ipotizzare gli scenari futuri di un settore in costante divenire». Oggi, venerdì 24 settembre, dalle 11 La Torino del cibo che vogliamo presso Palazzo Birago, sede aulica della Camera di commercio di Torino con le associazioni di categoria e di promozione sociale che si occupano di temi alimentari. L’evento potrà essere seguito solamente in diretta streaming sul sito.

Domani, sabato 25 settembre, dalle 9 Parliamo di sostenibilità. Mattinata dedicata alla sostenibilità alimentare, grazie alla presenza e al contributo di alcune delle principali eccellenze enogastronomiche torinesi.

Anche Riforma sarà presente all’incontro martedì 28 al Circolo dei lettori (Sala grande) al dibattito che dalle 15 alle 15,50 verterà su Informare sulla sana alimentazione

Con Martina Donegani (Biologo nutrizionista, Nutrinfluencer), Laura Dugo (Università Campus biomedico – Roma), Mara Romandini (Sessuologia Alimentare), Donatella Barus (direttrice Magazine Fondazione Umberto Veronesi). Modera: Gian Mario Gillio (Riforma)

Per assistere ai panel in streaming basterà accedere alla home page del sito www.festivalgiornalismoalimentare.it e scegliere di seguire uno dei due panel in contemporanea. In alternativa si può seguire la diretta di alcuni panel selezionati sulla pagina Facebook del Festival del Giornalismo Alimentare.

Per assistere in presenza è necessario accreditarsi entro giovedì 23 settembre, utilizzando il form pubblicato sul sito del Festival (www.festivalgiornalismoalimentare.it). Attenzione: i posti sono limitati.

IMPORTANTE: Per poter partecipare in presenza ai lavori del Festival è obbligatorio presentarsi con il Green Pass e muniti di mascherina chirurgica o Ffp2.