Un Fondo in memoria della teologa Hélène Ralivao

Presentato dalla Federazione luterana mondiale, permetterà a 10 studentesse di partecipare ad un programma dedicato all’educazione teologica delle donne e allo sviluppo della leadership in Africa

L’eredità della teologa pioniera della Chiesa luterana malgascia (MLC) Hélène Ralivao, assassinata nel febbraio 2020 in Madagascar, continuerà a vivere attraverso un nuovo programma dedicato all’educazione teologica delle donne e allo sviluppo della leadership in Africa.

La Federazione luterana mondiale (Flm) ha presentato il Fondo Hélène Ralivao (HRF) durante un incontro online nei giorni scorsi, a cui hanno partecipato le prime 10 donne destinatarie delle borse di studio. Le studentesse provengono dalle chiese membro della Flm in Camerun, Etiopia, Madagascar, Tanzania e Zimbabwe. Perseguiranno studi di dottorato e master in teologia e nello sviluppo della leadership. Tutte studieranno nei seminari e nelle università gestite dalla chiesa nei rispettivi paesi o nella regione africana.

Durante l’incontro è stato reso omaggio alla teologa Ralivao per la sua ispirazione e il suo impegno per l’educazione teologica, la giustizia di genere e l’emancipazione delle donne.

«Come gruppo di pioniere di questo programma di borse di studio, speriamo che sarete ispirate a portare alla luce le barriere che impediscono alle donne di partecipare alla chiesa di Dio dove tutti, maschi e femmine, sono chiamati a servire insieme ed ad esercitare la leadership con dignità e potere», ha affermato la pastora Elieshi Mungure, segretaria regionale della Flm per l’Africa.

Spiegando lo scopo del Fondo Hélène Ralivao, il past. Chad Rimmer, leader del programma Flm per Identità, Comunione e Formazione, ha affermato che «la Federazione luterana mondiale vede l’educazione teologica come un modo per promuovere un cambiamento sistemico verso la piena e significativa partecipazione delle donne» alla leadership delle chiese membro. «L’obiettivo è dare potere alle donne nella chiesa, costruire le loro capacità teologiche, bibliche e concettuali, mobilitarle per condividere la conoscenza e, attraverso ciò, contribuire ai processi di liberazione e cambiamento strutturale all’interno della società e della chiesa», ha aggiunto.

All’interno della Flm, Ralivao è stata segretaria della rete Women in Church and Society (Wicas) in Madagascar e nella Lutheran Communion regionale in Africa centrale e orientale (Luccea), e membro del Comitato consultivo per l’educazione teologica in Africa (Actea). Ha rappresentato la sua chiesa come delegata alle Assemblee della Flm a Hong Kong nel 1997 e a Winnipeg, in Canada, nel 2003.

Nel suo tributo, la vicesegretaria generale della Chiesa luterana malgascia, Toromare Mananato, ha ricordato Ralivao come una donna eccezionale di «fede e speranza». Ha parlato di «una leader carismatica e laboriosa, che si è dedicata all’educazione teologica delle donne e che non ha mai rinunciato al suo sogno di vedere un giorno realizzata l’ordinazione delle donne nella Chiesa luterana malgascia».

Ralivao è stata tra le prime studentesse al Seminario Teologico Luterano di Fianarantsoa nel 1974. Ha continuato a laurearsi con un Master in Teologia Sacra al Seminario Teologico di Wartburg a Dubuque, Iowa, Stati Uniti nel 1989.

Tra il 1971 e il 1987 ha servito la sua chiesa in diversi ruoli nella regione centrale di Fianarantsoa. Dal 1990 al 2009 è stata segretaria generale nazionale dell’associazione delle donne della MLC. È stata anche segretaria generale della Federazione femminile protestante in Madagascar e fondatrice di una cooperativa femminile. Il lavoro di Ralivao includeva il sostegno a campagne nazionali, regionali e globali per porre fine alla violenza contro le donne e garantire l’assistenza agli orfani e ai bambini senza casa. Al momento della sua morte, all’età di 67 anni, era mentore e direttrice del centro di formazione professionale femminile ILOFAV, che ha contribuito a fondare nel 1997.

 

Photo: Gustav Steensland/VID

Interesse geografico: