Il ricordo di Valerio Mondon Marin

La tragedia ieri in val Chisone

Valerio Mondon Marin era un apprezzato giocatore di hockey che anche sul lavoro viene ricordato sempre come una persona disponibile.

È morto nel pomeriggio di ieri, 2 luglio, a Pragelato, mentre era alla guida del suo camion, durante dei lavori legati a un piano di manutenzione ordinaria. Le dinamiche dell'incidente non sono ancora chiare ma il mezzo è precipitato in un ripido bosco per alcune decine di metri sbalzando Mondon Marin dall'abitacolo. I soccorsi sono stati tempestivi ma non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Nato il 24 maggio 1985 a Pinerolo ha vissuto a Luserna San Giovanni in val Pellice distinguendosi nell'Hockey Club Valpellice in cui ha militato per tutte le categorie giovanili fino a ritagliarsi un posto fisso in prima squadra giocando anche in serie A (anche il fratello Matteo, ha seguito le orme del fratello maggiore).

Negli ultimi anni ha giocato in categorie inferiori per Pinerolo e Chiavenna e nell'ultimo anno è tornato in val Pellice a difendere i colori dei Bulldogs.

Accanto agli impegni legati allo sport lavorava per la propria ditta di legnami molto conosciuta in val Pellice e non solo. La famiglia era già stata colpita dalla morte improvvisa (sul lavoro in bosco ma per cause naturali) del padre Luciano, otto anni fa. Valerio lascia una bimba di quattro anni e la compagna in attesa di un altro figlio.

 

Interesse geografico: