Ucraina: nuova traduzione della Bibbia

La traduzione in ucraino moderno è il frutto di un lungo lavoro ecumenico promosso dalla Società biblica ucraina

«Che gioiosa notizia per tutti i cristiani d’Ucraina», ha affermato Pavlo Shvarts, vescovo della Chiesa evangelica luterana tedesca dell’Ucraina (GELCU). «Ora abbiamo nelle nostre mani la tanto attesa nuova traduzione completa della Bibbia in ucraino moderno».

La nuova traduzione è stata lanciata ufficialmente dalla Ukrainian Bible Society (http://www.ukrbs.org/) a maggio di quest’anno. È il risultato di uno sforzo iniziato nel 1992 e include i libri canonici dell’Antico e del Nuovo Testamento, che sono stati tradotti dall’ebraico antico e dal greco antico.

«Martin Lutero ha sottolineato l’autorità della Bibbia», dice Shvarts. «E ha anche sottolineato la necessità di tradurre la Bibbia nella lingua quotidiana della gente comune. Le lingue sono in costante trasformazione», ha spiegato il vescovo. «Pertanto, abbiamo bisogno di volta in volta di nuove traduzioni delle Sacre Scritture, in modo che la Parola di Dio rimanga chiara e comprensibile dal popolo nella società moderna».

La GELCU, membro della Federazione luterana mondiale (Flm), attraverso la Federazione delle Chiese evangeliche luterane in Russia e in altri Stati, ha già utilizzato con riscontri positivi la nuova traduzione per lezioni bibliche e lettura personale. Ora è stata presa la decisione di utilizzarla ufficialmente durante i servizi della chiesa e sul sito web e sui social media della Chiesa.

La pubblicazione della traduzione moderna della Bibbia ucraina è «il risultato di un lavoro di squadra, ecco perché possiamo definirla con certezza interdenominazionale ed ecumenica», ha affermato Shvarts. Inoltre, «i traduttori hanno cercato un equilibrio tra il significato letterale del testo e il suo adattamento al contesto letterario e culturale ucraino».

«Sono orgoglioso che la nostra piccola chiesa sia tra i membri della Società biblica ucraina e spero che la nostra proficua collaborazione continui», ha aggiunto Shvarts. La Ukrainian Bible Society è stata fondata nel 1991, due mesi prima che il paese dichiarasse la sua indipendenza dall’Unione Sovietica. Oggi ne fanno parte venti chiese, tra cui ortodosse, cattoliche, luterane e altre chiese protestanti.

Una delle figure di spicco del processo di traduzione è stato Rafail Turkonyak, Archimandrita della Chiesa cattolica ucraina, riconosciuto da Shvarts come un «esperto di lingue antiche» e un «appassionato biblista».

 

Photo: Ukrainian Bible Society

Interesse geografico: