Dio cambierà le tenebre in luce

Un giorno una parola – commento a Isaia 42, 16

Farò camminare i ciechi per una via che ignorano, li guiderò per sentieri che non conoscono; cambierò davanti a loro le tenebre in luce, renderò pianeggianti i luoghi impervi. Sono queste le cose che io farò e non li abbandonerò
Isaia 42, 16

Grazie ai sentimenti di misericordia del nostro Dio; per i quali l’Aurora dall’alto ci visiterà per risplendere su quelli che giacciono in tenebre e in ombra di morte, per guidare i nostri passi verso la via della pace
Luca 1, 78-79

Questo testo letto nei giorni difficili in cui viviamo, ci porta ad identificarci. Siamo noi che viviamo nel buio. Siamo noi che abbiamo perso le nostre certezze e conosciamo la paura del futuro. Siamo noi che non capiamo come un piccolo essere invisibile possa portare scompiglio al mondo intero. Certo anche prima di 100 giorni fa, c’era chi viveva drammi terribili e soffriva, ma faceva parte della vita. Toccava un po’ per uno, a chi di più, a chi meno, chi più a lungo, chi veniva solo sfiorato dalle situazioni dolorose. Negli ultimi 75 anni non si era più vista una situazione simile, in cui tutto il mondo viene coinvolto ad affrontare un unico evento che coinvolge tutti gli Stati. Un evento che porta al collasso economico di molte persone e in cui ogni giorno si aspetta il bollettino dei contagiati, morti e guariti. Ci sentiamo nel buio totale e barcolliamo come ciechi non sapendo quale sia la strada da intraprendere. Si sperimentano nuove terapie, ma quale sarà quella più efficace? Quanto tempo ci vorrà per scoprirla? Ecco che in questo periodo di smarrimento si ricorda il simbolo dell’arcobaleno, il simbolo del patto di Dio con l’umanità: “mai più saremo distrutti”, ci ricordano i disegni dei bambini e delle bambine. La luce nelle tenebre si è rivelata in Gesù Cristo. La paura non può essere l’unico sentimento che ci sovrasta, ma cerchiamo il coraggio per affrontare questa nuova situazione nella forza e potenza dell’amore che vince ogni cosa. Solo se ci sentiamo amati e sostenuti, siamo capaci di superare i pericoli e i dolori della vita. Dio ci ha dato prova del suo amore in Gesù Cristo, non sentiamoci abbandonati e senza futuro.

Interesse geografico: