Omosessuali credenti: percorsi di fede a confronto

A Genova una conferenza con dibattito in occasione della giornata per il dialogo tra omosessualità e religioni

Domenica 12 gennaio l’Arcigay di Genova, la chiesa valdese di Genova e il Progetto Algebar organizzano la conferenza Omosessuali credenti: percorsi di fede a confronto.

L’idea di fondo dell’incontro è il dialogo nella diversità: si tratta di un momento di incontro e dibattito su come una persona omosessuale possa vivere serenamente un percorso di fede, in particolare all’interno del cristianesimo e dell’ebraismo.

L’incontro si inserisce all’interno della giornata per il dialogo tra omosessualità e religioni istituita in memoria della morte del poeta Alfredo Ormando, che si tolse la vita il 13 gennaio 1998 dandosi fuoco in piazza San Pietro a Roma in segno di protesta contro l’omofobia. Da allora il 13 gennaio è diventata la giornata internazionale del dialogo fra chiese e omosessualità.

La conferenza sarà introdotta da William Jourdan, pastore della chiesa valdese di Genova, che spiega «Lo scorso anno organizzammo un primo incontro in occasione della giornata del 13 gennaio. Il tema proposto fu Religione e diversità: l’omosessualità nel dialogo interreligioso: un confronto di voci differenti (cristiane, ebraiche e musulmane) che si interrogavano intorno a questa tematica. Quest’anno abbiamo deciso di ripetere l’evento, dando un taglio più diretto che parla e racconta delle persone e dei loro percorsi di fede, mettendo anche in dialogo le diverse evoluzioni che ci sono state nelle chiese. L’intento è quello di non fare emergere soltanto gli aspetti positivi, ma anche le difficoltà di vissuto che ancora ci sono nelle diverse comunità di fede in questo accompagnamento nel cammino di fede in particolare di persone Lgbt. Rimaniamo aperti con curiosità a ciò che il dibattito di domenica pomeriggio ci potrà offrire per proseguire nella riflessione su questo tema».

All’incontro parteciperanno relatori provenienti da contesti molto differenti: Letizia Tomassone pastora Chiesa valdese e metodista di Firenze, docente incaricata di “Studi femministi e di genere” alla Facoltà Valdese di Teologia di Roma, Rav Haim Fabrizio Cipriani, rabbino presso le comunità ebraiche di Marsiglia e Montpellier, fondatore della comunità Etz Haim per un ebraismo senza mura e Franco Barbero, ex sacerdote cattolico, impegnato nella cura pastorale delle persone omosessuali.

Appuntamento quindi domenica 12 gennaio alle ore 17 nella sala del Munizioniere di Palazzo Ducale di Genova.

Interesse geografico: