Germania: la Chiesa evangelica istituisce un consiglio consultivo sul tema degli abusi sessuali

L'Ekd annuncia un impegno concreto in materia di violenza di genere

Nei giorni scorsi la Chiesa evangelica in Germania (Ekd) ha annunciato la prossima istituzione di un consiglio consultivo per ascoltare e accogliere le vittime di violenza sessuale.

Il vescovo di Amburgo, Kirsten Fehrs, ha annunciato durante il sinodo annuale dell'Ekd, che si è svolto nella città di Dresda, che 12 persone sarebbero state nominate nel nuovo istituto, ciascuna per un periodo di quattro anni.

Fehrs ha affermato che il consiglio fornirà una voce critica e indipendente sulla gestione dei casi di abuso sessuale da parte della più numerosa chiesa protestante tedesca.

L'Ekd - una federazione di circa 20 diverse chiese protestanti - ha già adottato una direttiva sulla protezione contro gli abusi sessuali nell'ambito di uno sforzo più ampio sulla materia delle questioni di genere. L’Ekd ha inoltre istituito un punto di denuncia per le vittime per segnalare abusi e chiedere aiuto.

Fehrs ha ringraziato tutti coloro, in particolare le vittime, che hanno contribuito alla stesura di un testo che delinea un piano d'azione di 11 punti in materia.

«Siamo impegnati e sinceri riguardo alla protezione di coloro che hanno bisogno di noi e che si confidano con noi», ha affermato Fehrs.

«Le comunità devono conoscere le accuse e non devono essere lasciate in dubbio quando questi crimini sono dimostrati», ha aggiunto Fehrs. «Se i dipendenti della chiesa hanno agito in modo da proteggere i trasgressori o le istituzioni, ci devono essere conseguenze».

La Chiesa cattolica tedesca ha da lungo tempo sostenuto di non aver affrontato la questione degli abusi sessuali, ma sono stati segnalati anche centinaia di casi in istituzioni protestanti tedesche.

 

Interesse geografico: