La libertà, il bene donato da Dio ad ogni creatura

Un giorno una parola – commento a Salmo 71, 23

Le mie labbra esulteranno, quando salmeggerò a te, e così l’anima mia, che tu hai riscattata
Salmo 71, 23

Siate ricolmi di Spirito, parlandovi con salmi, inni e cantici spirituali
Efesini 5, 18-19

Immagino il salmista, in preda ad una sorta di incredulo compiacimento, nel sentirsi riscattato dalla mano potente del Signore. Il riscatto è quell’azione che libera chi cade in potere altrui, attraverso il pagamento di un prezzo; è donare libertà a chi, con i propri mezzi, non potrebbe mai ottenerla. Quanto cara, ma allo stesso tempo difficile, è la libertà: è il sogno dei reclusi, è la meta degli oppressi; è aspirazione di chi ne è privo, per colpa propria o per tirannia altrui. La libertà è il bene donato da Dio ad ogni creatura e di cui nessuno dovrebbe esserne privato. È il sogno di Dio per la nostra vita: nel suo disegno, ogni uomo ed ogni donna dovrebbe essere libero/a. Proprio per questo Dio non riesce a voltarsi dall’altra parte dinanzi alla nostra ricerca della libertà; sebbene il peccato abbia privato l’umanità della libertà, Dio ha mandato suo Figlio Gesù proprio a donare quella libertà sottratta. E mentre io continuo a leccarmi le ferite, mentre annaspo tra le onde, Dio esplode con la sua potenza per donarmi ciò che, certamente, da solo non posso procurarmi. Mentre io continuo a guardare in basso al mio peccato, Cristo mi rialza, mettendo da parte le mie piccole, inutili, formule “liberatorie”. Interviene con braccio forte e spazza via quelle catene che per troppo tempo mi hanno stretto. Il regno di Dio, allora, giunge a me con potenza e mi rende creatura nuova, grazie a quella croce che, sebbene per molti sia scandalo e follia, è potenza di Dio per la salvezza di quanti in Lui credono. Per questo le mie labbra esultano, perché Tu, o Dio, hai riscattato l’anima mia.

Interesse geografico: