Dialogo cristiano-islamico: «Non c’è futuro senza fratellanza e solidarietà»

Il 27 ottobre si tiene la XVIII Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico, iniziativa che vede insieme cristiani e musulmani in diverse città d’Italia per riflettere su temi di attualità e sul dialogo

«Non c’è futuro senza fratellanza e solidarietà» è il titolo della XVIII Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico, che verrà celebrata in tutta Italia il 27 ottobre.

Alla Giornata aderiscono anche le chiese protestanti. Nata dall’idea di un gruppo di intellettuali, religiosi e professori universitari nel 2001, all’indomani della tragedia delle Torri gemelle, ogni anno la Giornata produce un appello al dialogo con l’islam per una società pluralista, accogliente, rispettosa dei diritti umani e dei valori democratici e condivisi della pace, della giustizia e della convivenza civile.

L’appello per la diciottesima Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico, disponibile QUI in italiano, arabo, inglese e francese, è stato redatto da un Comitato promotore nazionale, che invita a dare la propria adesione al testo.

«L’umanità sembra avvitata in una spirale di guerra senza fine. Vengono accantonati e disprezzati gli appelli alla pace e alla fratellanza umana che pure sono venuti da importanti consessi religiosi internazionali e da singoli leader spirituali delle principali religioni mondiali» si legge nell’appello, che si ispira al Vangelo e al Corano.

I firmatari denunciano la criminalizzazione della solidarietà, la guerra ai profughi e il razzismo sempre più violento e aggressivo: «La nostra Costituzione e la Dichiarazione universale dei diritti umani sono sempre più spesso calpestate dalle esigenze della propaganda e del consenso in un clima di campagna elettorale perenne – e conclude -. Viviamo una fase cruciale. Occorre, superando contrapposizioni sterili, non cadere nell’esasperazione e nell’ansia promuovendo con continuità e coerenza azioni anche minime ma condivisibili, che rafforzino il dialogo fra le religioni e l’unità degli uomini e delle donne di volontà buona».

Fra gli appuntamenti, segnaliamo le seguenti iniziative.

PARMA, venerdì 25 ottobre. Su iniziativa della Comunità islamica di Parma e provincia e del Consiglio delle Chiese cristiane (Chiese cristiana avventista del settimo giorno, cattolica, metodista, ortodossa di San Nectario, ortodossa romena), incontro con Mohamed Amin Attarki, referente del Centro islamico di Parma, e Antonio Cuciniello, arabista e islamologo dell’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano. Seguirà dibattito. Aderiscono all’iniziativa il gruppo Segretariato attività ecumeniche (SAE) di Parma e l’associazione Viandanti. Alle 20.30 presso il Centro islamico di via Campanini 6 (zona artigianale di via Mantova).

CHIAVARI, venerdì 25 ottobre. Dialogo a due voci, moderato dal pastore battista Martin Ibarra, con Fra Lorenzo Raniero, dei Frati Minori, docente allo studio Teologico San Bernardino di Verona, e Izzedine Elzir, Imam di Firenze e già presidente dell’Unione delle comunità islamiche d’Italia (UCOII). Alle ore 21 presso l’Auditorium San Francesco di Chiavari in Piazza Matteotti. In parallelo all’iniziativa, anche la mostra “Francesco e il Sultano – L’incontro sull’altra riva” curata dalla Fondazione Meeting per l’Amicizia tra i Popoli di Rimini, allestita a Chiavari dal 23 al 27 ottobre presso il foyer dell’Auditorium e a Rapallo dal 29 al 31 ottobre presso il Liceo “Da Vigo – Nicoloso”, nella succursale delle Clarisse.

TORINO, domenica 27 ottobre.  “1219-2019 passi di fraternità”. Nel 1219 si svolse lo storico incontro tra san Francesco d’Assisi e il sultano Al-Malik al-Kāmil. La giornata è organizzata dalla Rete del Dialogo Cristiano-Islamico di Torino, cui aderiscono moschee, chiese cristiane di ogni confessione fra cui battiste, valdesi e luterane, religiose e religiosi e numerose associazioni, gruppi, centri culturali. Alle 18.30, presso il Teatro Cardinal Massaia in via Sospello 32/c, la ricorrenza verrà celebrata con preghiere, letture, interventi, canti e testimonianze. Fra gli ospiti, Sonia Ristorto, teologa, insegnante di religione, e l’imam Abdullah Tchina, della Moschea di Sesto, Milano.

Per informazioni: minutoluca9@gmail.com – Qui l’Evento Facebook

Altri appuntamenti si svolgeranno in altre città fra cui a Pisa, a Faenza, a Vicenza e a Verona.

Disegno di Anna Contessini tratto da www.cipax-roma.it/galleria_contessini/index.html

Interesse geografico: