A Pinerolo un Porto Aperto

Ampia offerta formativa alla portata di tutti e molto di più

Uno spazio di socialità per incontrare persone nuove e per imparare, supportati dalla competenza di insegnanti qualificati: così si presenta Porto Aperto, il social point della Diaconia Valdese che ha organizzato per oggi, giovedì 10 ottobre, un open day per presentare l’ampia gamma delle sue attività. Dalle 18, in via Nazionale 32, in un clima informale ed amichevole che caratterizza il luogo, saranno presentate le numerose attività che prenderanno il via dal 14 ottobre. «La Diaconia Valdese – spiega l’insegnante Erica Scognamiglio – fin dall’inizio della sua attività nell’ambito dell’accoglienza dei migranti ha proposto una serie di corsi di formazione, principalmente di italiano. L’idea alla base di Porto Aperto è quella di estendere l’offerta formativa al territorio intero, al fine di favorire l’incontro e la socialità tra culture diverse e dare opportunità di formazione alla portata di tutti».

L’Italia come “casa comune” sembra essere l’obiettivo da costruire insieme in una struttura che va ad affiancarsi agli altri sportelli informativi e centri di aggregazione di giovanile già presenti sul territorio. Corsi d’italiano, ma non solo: l’offerta formativa del Porto Aperto mette infatti a disposizione, tra gli altri, anche corsi di informatica, di arabo e di cinese. «Il corso di arabo in particolare – spiega Scognamiglio – ha ricevuto già diverse richieste e si avvale della competenza di una valida docente siriana ospite del progetto dei Corridoi Umanitari che mette a disposizione la sue esperienza. In Siria era infatti una dirigente scolastica». Altri corsi e workshop saranno invece incentrati su aspetti molto pratici della vita quotidiana: parliamo dell’informatica e della formazione propedeutica alla scuola guida, che si propongono di offrire gli strumenti linguistici per affrontare con maggiore disinvoltura materie tradizionalmente ostiche.

Nella natura stessa del progetto si inserisce l’idea di rendere accessibile a chiunque la ricca e qualificata offerta formativa del social point. «I corsi di italiano saranno completamente gratuiti, mentre per quelli di informatica, arabo e cinese sarà richiesto un contributo simbolico di 15 euro per l’intera durata del percorso formativo, che durerà dalla metà di ottobre fino a dicembre, in prossimità delle feste natalizie». Non resta dunque che scoprire di persona le tante opportunità offerte dal Porto Aperto nell’open day di questa sera, nel quale è previsto anche un momento conviviale con un piccolo aperitivo al termine dell’appuntamento. Costruire un mondo migliore attraverso la socialità e lo scambio culturale è possibile: sta ora alla popolazione del territorio approfittare dell’occasione offerta dalla Diaconia Valdese.

 

Interesse geografico: