Torna l'hockey di alto livello

Inizia sabato 21 il campionato di seconda divisione a Torre Pellice 

Dopo le tre amichevoli (Valpellice Bulldogs, Varese e Como) la ValpEagle è pronta a fare il proprio debutto in quella che oggi si chiama Italian Hockey League ma che per tutti è la serie B. Un campionato di livello che annovera al suo interno squadre con un passato blasonato: fra tutte il Merano, vincitore di due campionati; l'Alleghe, per decenni in serie A e vincitore di una AlpenLiga, la coppa sovranazionale degli anni '90 e il Varese, anch'esso vincitore di due scudetti negli anni '90, quelli in cui l'hockey su ghiaccio aveva una visibilità e risorse oggi impensabili. Poi ci sono gli avversari storici della Valpe come i quasi vicini di casa del Como e le piazze emergenti come Fiemme e Pergine. In mezzo le squadre ormai più navigate e solide come il Caldaro, l'Appiano e l'Unterland (ultima nata dalla fusione di Egna e Ora) e infine il Bressanone.

Durante l'estate il direttore sportivo-giocatore Marco Pozzi ha costruito una squadra basandosi sull'ossatura di quella dell'anno scorso vincitrice del titolo in serie C e innestando alcuni giocatori della giovanili e richiamando alcuni "prodotti" del vivaio che negli ultimi anni si erano accasati in altre squadre. 

Confermato quindi fra i pali Simone Armand Pilon assieme ad Andrea Basraoui, proveniente dalle giovanili. In difesa ai conferamti Alex Bertin, Erich Michelin Salomon, Andrea Tura e Moreno Rosso si aggiungono Manuel Garnier (a Como l'anno scorso), Andrea Ricca (anch'egli a Como) e Francesco De Biasio (alleghese di origine ma per diversi anni a Torre Pellice prima di passare al Cortina e al Milano). 

In attacco, detto di Pozzi, sono confermati Alex Silva (giocatore allenatore), Pietro Canale, Federico Cordin, Martino Durand Varese, Paolo Gardiol, Lorenzo Penna, Nicolò Rocca. Dalle giovanili arrivano Andrea Gay e Filippo Salvai mentre tornano da Pergine Matteo Mondon Marin e da Milano Alexander Petrov (estone di nascita ma ormai valligiano a tutti gli effetti). La guida tecnica sarà a cura di Silva e di Eric Migliotti, ormai da anni alla guida di squadre giovanili.

Un'altra novità di quest'anno riguarda un aspetto non prettamente sportivo ma più giornalistico. Infatti dopo una pausa di due anni torna "Hockey time" sulle frequenze di Radio Beckwith evangelica. La trasmissione, nata con i primi anni di radio, trasmette in diretta radiofonica tutte le partite della squadra locale, in casa e in trasferta, offrendo un servizio unico nel panorama hockeistico (e non solo) italiano. Nonostante le difficoltà tecniche (a volte negli stadi la copertura della rete internet è discreta) si garantisce una radiocronaca integrale di ogni gara con l'aggiunta delle interviste a fine partita. 

 L'appuntamento è quindi per sabato 21 settembre a Torre Pellice al PalaCottaMorandini alle 20,30 per l'esordio contro i campioni in carica del Caldaro. Mercoledì 25 invece da Varese sarà Radio Beckwith evangelica a raccontare la partita. 

Sul sito www.hcvfilatoio2440.it tutte le informazioni su abbonamenti e biglietti. 

Interesse geografico: