Il Premio Morrione al Prix Italia

Il Premio Morrione lunedì 23 settembre sarà all’edizione 2019 del Prix Italia, il concorso internazionale organizzato dalla Rai per programmi di qualità, Radio, Tv e Web

Il Premio Morrione per il giornalismo investigativo (che vede come media partner il settimanale Riforma Riforma.it Radio Beckwith evangelica, sostenuto con i fondi Otto per mille dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi) promosso dall’Associazione Amici di Roberto Morrione, lunedì 23 settembre sarà all’edizione 2019 del Prix Italia (il concorso internazionale, organizzato dalla Rai, per programmi di qualità, Radio, Tv e Web) per presentare in anteprima  le inchieste finaliste della ottava edizioneprima di portarle a Torino per la tre giorni di incontri, dibattiti, e eventi, che aprirà il 24 ottobre e che vedrà la conclusione con la premiazione al Piccolo Regio il 26 sera.

Lunedì 23 settembre, dunque, a Roma dalle 15,30 presso la Casa Cavalieri di Rodi (edificio sito nel Foro di Augusto), Sala delle Cariatidi in Piazza Grillo i giovani finalisti Mario CatalanoVincenzo PizzutoGiovanni CulmoneMarina de Ghantuz CubbeLudovico TallaritaElena KaniadakisLidia SirnaEleonora Zocca,Maurizio FrancoMatteo GaravogliaRuggero Scotti, insieme ai tutor Chiara CazzanigaRaffaella PuscedduPietro SuberGiovanni TizianFrancesco CavalliPietro FerriStefano LamorgeseGiulio Vasaturo presenteranno le loro inchieste in occasione della prestigiosa occasione del Prix Italia

L’incontro sarà moderato da Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3. 

L’associazione Amici di Roberto Morrione attraverso il Premio Morrione finanzia la realizzazione d’inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale, rilevanti per la vita politica, sociale o culturale dell’Italia, quali l’attività delle mafie e delle organizzazioni criminali, i traffici illegali (rifiuti tossici, armi, esseri umani, droghe), le attività di corruzione e d’intimidazione; l’attività di organizzazioni segrete o clandestine con progetti eversivi o terroristici, le violazioni dei diritti umani. Il Premio è aperto a tutti i maggiorenni che non abbiano ancora compiuto i 31 anni di età.

Gli autori under 31 presenteranno in anteprima nazionale le quattro inchieste. L’incontro proseguirà alle 18 con la Lecture: five learnings from investigating sensitive issues di Annemarte Moland, giornalista investigativa della Nrk (Norwegian Radio and Television public Broadcasting Company) con un commento alle quattro inchieste del Premio Morrione.

Il giorno seguente, martedì 24 settembre dalle 9,30 sempre presso la Casa Cavalieri di Rodi, Sala delle Cariatidi, Piazza del Grillo, si terrà il forum: Giornalismo investigativo e magistratura inquirentecon Raffele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Sigfrido Ranucci, autore e conduttore di Report Rai 3. Modererà Alessandro Casarin, direttore del Tgr Rai. L’incontro mira a individuare i punti di contatto e divergenza tra giornalisti e magistrati.

* In diretta streaming su www.prixitalia.rai.it

Gli incontri del 23 e del 24 riconoscono crediti formativi per i giornalisti. Iscrizione tramite piattaforma Sigef.

Interesse geografico: