Passo dopo passo: sulle strade del rimpatrio dei valdesi

Una lettura interpretativa proposta da alcuni membri del gruppo giovani di Pinerolo, dedicata allo storico “glorioso” rimpatrio del 1689

Dopo l’esilio, il rimpatrio. I ragazzi del gruppo giovani di Pinerolo, che nell'estate 2017 si cimentarono nell'esilio dei valdesi da Saluzzo a Ginevra, ripropongono in quest'estate 2019 l'impresa con il Rimpatrio.

Daniele, Anna, Giacomo e Paolo ripartiranno da Ginevra, in Svizzera, i primi giorni di agosto, attraverseranno vallate e montagne per arrivare nelle Valli Valdesi a metà mese.

Un viaggio spiegato nello spettacolo Passo dopo passo, il glorioso rimpatrio, che sarà presentato in anteprima sabato 20 luglio a Prarostino, nella sala del teatro.

«Una delle parti più importanti legate a questo progetto è proprio lo spettacolo», racconta Daniele Vola, uno dei partecipanti. «Proponemmo una versione scenica anche dell’esilio, due anni fa, con versione in francese. Cerchiamo di metterci in gioco, oltre al percorso fisico, per raccontare questo fatto storico attraverso una narrazione teatrale. Si tratta di una lettura interpretativa delle scene che sono state scritte da Giacomo. I costumi sono molto semplici, ma rendono bene l'idea dei personaggi che interpretiamo».

Passo dopo passo, il glorioso rimpatrio verrà riproposto in occasione della festa delle chiese valdesi il 15 agosto ad Angrogna e prima ancora a Chiomonte, il 13 agosto, in collaborazione con la diocesi di Susa.

Appuntamento sabato 20 luglio nella sala del teatro di Prarostino, in frazione San Bartolomeo, alle 20,45. Dopo lo spettacolo sarà possibile fare qualche chiacchiera con i protagonisti del viaggio e godere di un piccolo rinfresco.

Interesse geografico: