Partito radicale accoglie mozione su corridoi umanitari europei

La proposta è stata presentata dal giornalista valdese Roberto Davide Papini

È stata accolta e fatta propria dal Partito Radicale, durante il 41° Congresso  che si è svolto a Roma il 5,6,7 luglio, la mozione proposta da Roberto Davide Papini, giornalista valdese di Firenze.

Ricordando «la storica battaglia di Marco Pannella contro lo sterminio per fame e guerra nel mondo e contro il disordine economico mondiale» la mozione «ribadisce la necessità improrogabile di affrontare il tema dell’immigrazione a partire dalle condizioni di vita nei Paesi in via di sviluppo e non solo nei suoi effetti ultimi con le ricadute sui Paesi europei».

«Quell’immigrazione è un tema molto caro al Partito Radicale, che riguarda i diritti umani e lo stato di diritto che sono alla base di questo fenomeno» ha ricordato Papini intervenendo durante il Congresso.

La mozione sottolinea quindi «la necessità e l’urgenza dell’adozione dei corridoi umanitari europei dalla Libia, come proposto dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei), dalla Tavola valdese e dalla Comunità di Sant’Egidio, per garantire l’accesso legale e sicure a migliaia di profughi».

Interesse geografico: