Laici anche in montagna

Messa nei rifugi, luoghi laici, una novità che si poteva evitare

 

Si pensa spesso che la laicità sia assicurata da belle e altosonanti dichiarazioni di principio o da precise disposizioni legislative. Ma è piuttosto nella vita quotidiana, nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, nei manifesti o nei messaggi sulla rete, che si misura la consapevolezza laica, un qualcosa che non è imposto da leggi, ma dovrebbe vivere nella coscienza dei cittadini. in primo luogo dei credenti.

Uno spunto mi è venuto dalla notizia che nei mesi di luglio e agosto ,a cura della Diocesi di Pinerolo, saranno celebrate delle messe in Val Pellice e in Val Germanasca. Come si legge sul sito dell' Eco del Chisone, si tratta del desiderio della Diocesi di Pinerolo di accompagnare, anche sotto il profilo spirituale, il comparto turistico con delle messe celebrate in ambienti naturalistici di particolare bellezza.

 I luoghi di ritrovo sono indicati con il nome dei Rifugi: in Val Pellice messa al rifugio Jervis e in Val Germanasca messa al Rifugio Lago Verde. Avrei preferito: messa al Prà e messa al Lago Verde. L'appuntamento non sarebbe meno efficace e non verrebbe  compromesso il carattere laico del Cai, cui compete la proprietà di questi rifugi. Intendiamoci: niente di particolarmente grave, nessuna mira  integralista da parte della Diocesi, ma anche  attenzione sulle piccole cose. Con l'augurio di una bella giornata di sole, la messa all'aperto e, a seguire, una buona polenta al Rifugio...

Interesse geografico: